Cagliari, i pagelloni della Primavera: l’ottima la stagione dei rossoblù

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

I pagelloni del Cagliari 2019/20: la Primavera. Una grande stagione quella dei giovani rossoblù bloccata dall’emergenza sanitaria

SQUADRA PRIMAVERA 8.5: Dopo la scorsa super stagione, ci si aspettava tanto dalla Primavera del Cagliari ed infatti i rossoblù non hanno deluso la fiducia dei tifosi. Grinta e cuore hanno caratterizzato ogni singola partita dei giovani sardi che sono riusciti ad accalappiarsi il secondo posto in classifica. Non solo. Quest’anno avrebbero anche fatto parte dei playoff per la corsa allo scudetto ma, a causa dello stop del campionato e della mancata conclusione dello stesso per la pandemia che ha colpito il mondo intero, gli isolani si sono dovuti accontentare del secondo gradino del podio e dei loro 45 punti totali (solo 3 i punti che li separavano dalla capolista Atalanta). L’annata dei ragazzi di Canzi è stata comunque più che soddisfacente, dove diversi calciatori hanno raggiunto traguardi importanti, tra i quali le firme sui primi contratti da professionista e alcuni esordi in Serie A. Un ottimo anno insomma, presagio di una stagione 2020/21 altrettanto positiva.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

MISTER CANZI 8: Ha saputo trasmettere tanto ai suoi ragazzi, guidandoli al meglio in ogni loro partita e venendo sempre ripagato dalla sua squadra. Non è mai mancata la passione e la fame di vittoria, gestendo un bel gruppo di giovani e trasformandoli in calciatori con la C maiuscola. È stato in grado di insegnare ad utilizzare una mentalità da professionista ad ogni singolo elemento della rosa, chiedendo sempre il massimo da ciascuno di loro. Dopo lo stop del campionato Primavera 1, è stato premiato dalla società come secondo di Walter Zenga, lavorando con la prima squadra e dando una mano ai suoi Primavera ingaggiati nel Cagliari big. Anche grazie al suo impegno, alcuni “piccoli” rossoblù hanno trovato spazio in Serie A.

CARBONI 8: Durante la stagione non ha indossato la fascia da capitano, ma è come se lo fosse stato. Le redini della difesa erano nelle sue mani ed ha saputo guidare il suo reparto nel migliore dei modi. Durante quest’annata ha trovato anche due gol in campionato. È stato notato anche dal ct della Nazionale italiana U19, dove ha trovato l’esordio per una manciata di minuti contro il Portogallo. Viste le sue doti ed il suo impegno, a gennaio il presidente Tommaso Giulini ha ben pensato di blindare il calciatore alla sua società fino al 2023, facendogli firmare il primo contratto da professionista e aggregandolo alla prima squadra per gli allenamenti. Successivamente è arrivato un altro traguardo importante: l’esordio in Serie A. Buone le prestazioni anche nel massimo campionato italiano, sporcate solo da qualche cartellino di troppo.

GAGLIANO 8.5: È lui il capocannoniere del Cagliari Primavera, con ben 10 gol in 17 partite giocate. La stagione di Luca Gagliano, che sembrava essere stata interrotta dall’emergenza sanitaria, è stata praticamente perfetta. La sua passione e la sua dedizione lo hanno portato a raggiungere obiettivi importanti, proseguendo il suo percorso calcistico in un altro campionato, la Serie A. Il giovane infatti ha trovato l’esordio con il Cagliari big nella gara contro la Lazio ed ha debuttato poi come titolare nel match contro la Juventus. E proprio nell’incontro con i bianconeri ha dimostrato all’Italia intera tutto il suo valore, mettendo a segno il suo primo gol nella competizione più importante d’Italia e servendo anche l’assist del 2-0. Un gioiellino niente male che, esattamente come Carboni, è stato promosso (già a gennaio) con la firma del suo primo contratto da professionista.

LADINETTI 8: Capitano della Primavera isolana, Riccardo Ladinetti è stato un vero leader, dimostrando tutto il suo attaccamento alla maglia ed ai colori rossoblù. Fuori quota grintoso, con una forte personalità, trascinatore dei compagni, è un vero guerriero e probabilmente è tra i migliori centrocampisti del campionato Primavera 1. È tra i pezzi da novanta della squadra di mister Canzi e in questa stagione ha messo a segno 4 gol e servito 4 assist in 18 match disputati. Il regista è uno dei tanti talenti del settore giovanile del Club di Giulini e, dato il suo valore, il giocatore si è legato alla società fino al 2022 firmando il suo primo contratto da professionista. Come i colleghi sopracitati, ha avuto modo anche lui di esordire in Serie A e di mostrare la sua maturità calcistica e la sua bravura su palcoscenici importanti.

MARIGOSU 8: Piccolo e scattante, è stato uno degli incubi delle difese avversarie, non tanto per i gol messi a segno (soltanto una rete questa stagione) quanto per le sue giocate ed incursioni nelle metà campo offensive pericolosissime. Dotato di grande tecnica, buon dribbling, velocità e visione di gioco, ha fatto girare la testa a chiunque si trovasse davanti. Sempre sotto i riflettori grazie alle sue prestazioni, è stato notato anche dal ct della Nazionale U19 Bollini ed ha vestito la maglia azzurra per quattro volte quest’anno, esordendo l’11 ottobre 2019. Un elemento fondamentale della Primavera rossoblù, tanto che anche lui è entrato a far parte dei professionisti firmando il suo primo contratto da professionista nel gennaio 2020. Tra le soddisfazioni maggiori di quest’annata c’è però uno strameritato esordio in Serie A, che gli ha permesso, anche se per pochi minuti, di farsi conoscere davanti all’intera Italia.

I PAGELLONI DEI PORTIERI

I PAGELLONI DEI DIFENSORI

I PAGELLONI DEI CENTROCAMPISTI

I PAGELLONI DEGLI ATTACCANTI

I PAGELLONI DEGLI ALLENATORI