Cagliari, i pagelloni degli attaccanti: Simeone-Joao Pedro coppia d’oro

Cagliari Simeone Joao Pedro
© foto www.imagephotoagency.it

I pagelloni del Cagliari 2019/20: è il turno dgli attaccanti. Joao Pedro e Simeone coppia d’oro da 30 gol, in ombra tutti gli altri

JOAO PEDRO 8: Senza dubbio il miglior giocatore del Cagliari di questa stagione. Il brasiliano, autore di 18 gol (19 considerando la Coppa Italia), ha contribuito al periodo d’oro iniziale della squadra rossoblù e successivamente provato a tenere a galla i suoi anche in quello buio. Un rendimento inaspettato per uno che non era mai andato oltre la doppia cifra in Serie A. Invece si è ritrovato ad essere il miglior brasiliano in Europa per numero di reti realizzate. La posizione da doppio trequartista individuata da Maran e i compiti di inserimento in area gli hanno permesso di essere più continuo che mai in zona gol: ben 16 fino allo stop del campionato. Più in difficoltà con Zenga, con appena 2 reti segnate. Ma la sua resta una stagione da incorniciare.

SIMEONE 7.5: Per il Cholito vale il contrario. Un po’ in ombra con Maran, tremendamente efficace con Zenga, per un totale di 12 gol equamente distribuiti tra i due tecnici. Aveva iniziato bene con i due gol con Parma e Genoa. Poi è andato un po’ a singhiozzo. Decisamente meglio nel post lockdown con ben 4 gol consecutivi, 2 annullati e altri 2 siglati contro Lazio e soprattutto Juventus, nell’ultima gioia del campionato alla Sardegna Arena. Con Joao Pedro compone una coppia da 30 gol. Numeri da record nella storia del Cagliari. Numeri a parte, è risultato preziosissimo alla squadra in fase di non possesso per sacrificio e abnegazione. L’attaccante che tutti gli allenatori vorrebbero.

RAGATZU 5.5: Con due attaccanti così davanti, per gli altri è stato difficile trovare spazio, Ragatzu in primis che non partiva in cima alle gerarchie di Maran. Ha accumulato tanti spezzoni finali di gara, riuscendo ad incidere pesantemente contro il Sassuolo,con il gol del 2-2 al 90′. Zenga, dovendo fare i conti con gli impegni ravvicinati, ha provato a dargli più spazio e fiducia, ma le prestazioni non sono sempre state all’altezza.

CERRI 5.5: Il gol al 96′ contro la Sampdoria è rimasta per 7 mesi l’ultima gioia del Cagliari 2019/20. Una rete pesante, che sembrava potesse svoltare la sua stagione e quella dei rossoblù, frenata invece bruscamente due giornate dopo. La rete last minute con i blucerchiati non basta ovviamente a rendere sufficiente la prima parte di campionato giocata da Cerri con la maglia del Cagliari. A gennaio è stato mandato in prestito alla Spal, trovando una sola altra rete in 8 partite.

PALOSCHI S.V.: Sbarcato in Sardegna dalla Spal nel mercato di gennaio proprio nello scambio con Cerri, ha giocato appena 7 partite per un totale di 200 minuti. Solo con la Roma, la gara decisiva per l’esonero di Maran, è partito titolare. Non ha mai inciso, ma per il poco spazio avuto la sua stagione in rossoblù è ingiudicabile.

PEREIRO 5.5: Anche lui è arrivato nel mercato di gennaio. La sensazione è che nelle 10 partite disputate abbia solo fatto intravedere ciò di cui è davvero in grado di fare. Titolare con il Napoli e in gol con la Roma prima del lockdown. Con Zenga, tra infortuni e problemi familiari, ha trovato poco spazio e un ruolo, quello di attaccante centrale, che non è sembrato nelle sue corde.

PAVOLETTI S.V.: Doveva essere il totem dell’attacco del Cagliari 2019/20, invece due rotture al legamento del ginocchio hanno tolto il bomber alla squadra rossoblù. Appena due le presenze in campionato: alla prima giornata contro il Brescia alla Sardegna Arena, dove si è infortunato, e all’ultima a San Siro contro il Milan, due minuti finali serviti più dal punto di vista psicologico che fisico.

IL PAGELLONE DEI PORTIERI
IL PAGELLONE DEI DIFENSORI
IL PAGELLONE DEI CENTROCAMPISTI