Passetti: «Rifiutate tre offerte per Barella»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Il direttore generale del Cagliari Calcio Mario Passetti ha fatto il punto della situazione del club ai microfoni di Videolina

Non solo Tommaso Giulini. Dal Trentino ha parlato anche Mario Passetti. Il direttore generale del Cagliari Calcio, intervistato ai microfoni di Videolina durante la trasmissione “Casa Cagliari”, ha fatto il punto della situazione. Ad iniziare dal campo di Pejo, dove la squadra di Rolando Maran sta svolgendo la seconda parte del ritiro: «Il campo quest’anno non è in perfette condizioni. Un po’ perché c’è stata una squadra prima di noi in ritiro, un po’ perché è piovuto tanto in questi giorni. È penalizzante, lo valuteremo nelle decisioni finali. Il ritiro dev’essere un’occasione anche per i tifosi per vedere il Cagliari fuori dalla Sardegna». E per questo motivo l’amichevole di giovedì contro la Cremonese potrebbe giocarsi da un’altra parte: «Il team manager Colombo e l’allenatore in seconda Maraner sono andati a vedere due campi nelle vicinanze. Probabilmente giocheremo in uno di questi due l’amichevole contro la Cremonese di giovedì».

CALCIOMERCATOPassetti ha anche confermato le parole di Giulini in conferenza stampa riguardanti le offerte ricevute per Barella. L’intenzione della società è quella di non cedere il giocatore classe ’97, augurandosi di non ricevere offerte irrinunciabili da qui alla fine del marcato: «Noi siamo nella felice situazione di aver potuto rifiutare tre offerte. Ci teniamo che Barella rimanga. Non è stato facile rifiutare certe offerte, ma è stato fatto. Poi vedremo come andrà avanti. In linea generale i giocatori che vanno verranno sostituiti in modo da restare competitivi. L’obiettivo è costruire un Cagliari sempre più forte».

AMICHEVOLE ATLETICO«Il fatto che l’Ateltico Madrid accetti l’invito di giocare alla Sardegna Arena a 7 giorni dalla Supercoppa significa che il Cagliari ha il suo valore. Se l’Atletico va via con Barella dopo l’amichevole? Non succederà. Ho iniziato a trattare questa amichevole il weekend in cui giocammo contro la Fiorentina».

RICAVI«In Italia i ricavi di natura televisiva rappresentano la quasi totalità. Nel Cagliari questi ricavi non superano il 60-65%. C’è un 35-40% che deriva da altre attività e questo è positivo. Le iniziative di marketing sono un modo per far sentire i tifosi sempre più protagonisti». 

Articolo precedente
cagliari allenamentoTonelli (collaboratore Maran): «Arriviamo pronti alla prima giornata»
Prossimo articolo
pisacane cagliariCagliari, Pisacane: «Ripartiamo dalle ultime gare della scorsa stagione»