Cagliari, il 2020 mese per mese: febbraio

© foto 16-02-2020 Calcio Serie A 2019/20, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Napoli. Foto Gianluca Zuddas per CagliariNews24.com. Nella foto: curva Sud Cagliari

Ripercorriamo insieme il 2020 del Cagliari: il crollo in classifica, il nuovo crack di Pavoletti, la società in prima linea contro il razzismo

Il 2020 volge al termine. Anno difficile per tutti, da dimenticare per chi ama i colori rossoblù: tra stop dei campionati e risultati deludenti, i tifosi sardi non hanno avuto di festeggiare il centenario della società in maniera soddisfacente. Si sperava in un qualcosa di grande per il Cagliari, un qualcosa che purtroppo non è arrivato. Ripercorriamo insieme mese per mese questo 2020: è il turno di febbraio.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

NUOVI VOLTI – I rossoblù si presentano alle porte di febbraio con l’Europa League nel mirino. Il Cagliari è sesto in classifica – a pari punti con Milan e Parma – e vuole giocarsi tutte le sue carte a disposizione. E sul mercato si prova ad agire in quella direzione: arrivano Paloschi e Pereiro. Il primo dovrebbe essere una solida alternativa a Simeone, mentre il secondo avrebbe l’onere di dare un’iniezione di qualità alla rosa. Entrambi vengono presentati alla stampa e spendono parole importanti, a cui non riusciranno però a far seguire i fatti. Paloschi gioca poco, non segna mai e viene subito rispedito al mittente; Pereiro è ancora alla ricerca di continuità fisica e in termini di minutaggio.

CROLLO IN CLASSIFICA – La crisi di risultati si fa sempre più consistente: tre partite e un solo punto per i rossoblù. La prima gara è overture del dramma cagliaritano: gli uomini di Maran, dopo aver a lungo condotto con autorevolezza lo scontro di vertice contro il Parma, si fanno beffare al 94′ dalla rete di Cornelius. Mazzata tremenda in un periodo difficile, il pari con gli emiliani taglia le gambe al Cagliari. Arrivano poi due sconfitte, a Genova col Grifone e in casa contro il Napoli, che fanno scivolare i rossoblù nella parte destra della classifica. L’Europa, sogno cullato a lungo, dista sempre più, e i rossoblù vanno addirittura in ritiro prima della gara contro il Verona. Il match contro gli scaligeri, però, si giocherà solo mesi dopo: la realtà quotidiana inizia a mutare profondamente a causa del Covid e, sopratutto nel nord Italia, saltano le prime gare di campionato.

PAVO-CRACK – Febbraio è anche il mese dell’incubo di Pavoletti. Il bomber livornese, infortunatosi gravemente durante la prima gara del campionato contro il Brescia, sta cercando di recuperare dalla rottura del crociato. Il suo percorso di riabilitazione viaggia spedito, tanto che dovrebbe mancare poco al suo ritorno in campo. E invece, come un fulmine a ciel sereno, ecco il nuovo crack. Salta nuovamente il legamento già operato, e il tutto succede fuori dal campo. Da qui in poi si susseguono una serie di racconti intorno a cause e circostanze dell’accaduto, subito bollati come fantasiosi dalla società. La realtà, però, resta quella che è nella sua triste crudezza: Pavo dovrà restare fuori tanti altri mesi, e iniziare da capo quel percorso tortuoso che pareva volto al termine.

QUALCHE BUONA NOTIZIA – Poche le cose da salvare in un febbraio mai così nefasto. Due su tutte, le quali rappresentano però grande vanto per il club. I rossoblù scendono sul campo anche con la squadra femminile: il Cagliari Calcio parteciperà al neonato campionato d’Eccellenza regionale. Un’esperienza che, purtroppo, durerà pochissimo a causa della pandemia. Nel giorno di San Valentino, invece, il club prende posizione contro il razzismo: la società mette in atto un provvedimento di divieto a vita per tre persone, ree di aver utilizzato parole offensive e discriminatorie all’interno della Sardegna Arena.

← IL MESE PRECEDENTE
IL MESE SUCCESSIVO →