Connettiti con noi

Focus

Verona-Cagliari: spazio ai millennials

Pubblicato

su

Nella gara del Bentegodi di domani si sfideranno Verona e Cagliari, le due squadre ad aver mandato in campo il maggior numero di millennials

Il Cagliari continua il proprio cammino nel campionato di Serie A: il prossimo avversario sarà l’Hellas Verona di Ivan Juric, una delle sorprese di questo campionato che di ordinario ha poco e nulla. La stagione attuale si presenta in una situazione senza precedenti: i giocatori sono obbligati a giocare svariate partite nel giro di pochi giorni mettendo alla prova il fisico e aumentando il rischio di infortuni, escludendo ovviamente le assenze causate da positività al virus. Ecco perché sempre più squadre puntano sulla linea verde: giocatori giovani che atleticamente possono avere una marcia in più e possono fare la differenza con la loro fisicità. Tra gli allenatori che fanno sempre più affidamento sui giovani spiccano su tutti i nomi proprio di Juric e Di Francesco. Gli allenatori di Verona e Cagliari, infatti, sono i due tecnici ad aver puntato di più su ragazzi nati dal 2000 in poi. Entrambe le squadre, infatti, hanno mandato in campo, nelle prime 9 gare di Serie A, 4 o 5 diversi giocatori sotto i 20 anni: da tutte e due le parti, inoltre, i millennials schierati si sono rivelati prospetti di alto livello e in alcuni casi importantissimi per la formazione titolare.

CAGLIARI: WALU PILASTRO – Per i sardi il nome da evidenziare è quello del centrale polacco Sebastian Walukiewicz: il difensore è uno dei pochi onnipresenti tra i rossoblù, e questo gli ha permesso di essere tra gli Under 21 in Europa ad avere la miglior media di minuti giocati. Ciò che stupisce, poi, è la qualità di questi minuti: letture difensive e impostazione dal basso degne di un giocatore di grande esperienza, oltre ad una freddezza nelle giocate che non è una dote da dare per scontata in un 2000. Gli altri millennials ad essere scesi in campo con i rossoblù in questa stagione sono assetti fondamentali per il futuro del Cagliari: Andrea Carboni ha già fatto vedere a tutta Italia le sue potenzialità nell’ultima parte dello scorso campionato, quando con Zenga in panchina si è conquistato un posto nell’undici titolare a suon di prestazioni importanti. Carboni potrebbe partire titolare domani proprio contro il Verona, a causa di numerose defezioni in difesa. Mattéo Tramoni, arrivato dall’Ajaccio nell’ultima sessione di mercato, ha invece lasciato intravedere le sue capacità tecniche negli sprazzi concessigli da Eusebio Di Francesco tra campionato e Coppa. Il corso cerca di ritagliarsi un posto in campo e, complici le numerose assenze di questa settimana in casa rossoblù, questa potrebbe essere la sua occasione. Ultimo millennial del Cagliari è Fabrizio Caligara, che rappresenta un buon sostituto a centrocampo in caso di assenze dei titolarissimi

VERONA: LOVATO GIOIELLO – Gli scaligeri hanno trovato, come gli isolani, un punto fermo della difesa in un ragazzo giovanissimo: Matteo Lovato può decisamente essere definito come la sensazione di questo campionato, con un rendimento eccezionale nonostante all’esordio in A sia arrivato solo la stagione scorsa, senza poi aver avuto seguito. Lovato ha infatti complessivamente 9 presenze in Serie A, ma è già sul taccuino di diverse squadre sia italiane che europee. Un’altra promessa veronese è Ebrahima Colley: il gambiano scuola Atalanta ha collezionato 8 gettoni in questa prima parte di campionato, e ora punta a sbloccarsi anche in chiave realizzativa, anche se i tifosi del Cagliari sperano possa allungare ulteriormente la sua attesa. Il terzo nato nel nuovo millennio nell’Hellas ad aver collezionato minuti in Serie A questa stagione è Destiny Udogie: classe 2002, posizione terzino sinistro, ha fatto tutta la trafila nel vivaio gialloblù ed è arrivato fino alla Serie A, dove ora cercherà di affermarsi ed esplodere definitivamente. Da sottolineare, ancora, Eddie Salcedo, attaccante dalla buona tecnica individuale e con grandi capacità nell’uno contro uno. A chiudere il quintetto di millennials scaligeri è Ivan Ilic, centrocampista che con Juric ha collezionato già 8 presenze in questo campionato.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!