Questione Is Arenas, per il club è tutto a norma

© foto www.imagephotoagency.it

Come già successo in precedenti grandi sfide (Roma e Juventus) anche per la partita contro il Milan salta fuori la questione “Is Arenas”. E sì che qui ci sarebbe da discuterne parecchio, perché per alcune gare si è a norma, per altre più importanti no. Però la società Cagliari, nella figura dei suoi dirigenti, anche in questo caso si è messa all’opera sperando di avere riscontri positivi. Tra l’altro, per una società come quella sarda che non può contare un bacino economico del calibro di grandi squadre, risulta spesso poco conveniente giocare lontano da casa, magari a Trieste o, come nell’ultimo caso al Tardini. C’è da considerare il costo del viaggio, degli alloggi, dell’affitto dello stadio. Ed è una situazione che il presidente Cellino non digerisce. 

Veniamo alla questione della settimana: lo stadio Is Arenas è stato dichiarato inagibile. Il Cagliari ha richiesto un sopralluogo da parte del prefetto per far sì che la partita di domenica si svolga a Quartu. Secondo la società sarda le condizioni sussistono e non c’è motivo di trovare un’altra sistemazione. Ieri, invece, la prefettura della città cagliaritana aveva fatto sapere che non c’erano le condizioni per far svolgere l’evento in terra sarda. La decisione definitiva è attesa nelle prossime ore. 

Articolo precedente
Cagliari-Torino, giovani promesse protagoniste nel pre-gara
Prossimo articolo
Cagliari-Milan, il successo sardo manca dal 98/99