Giampaolo: «Cagliari squadra di qualità. Quagliarella? Non so se giocherà dall’inizio»

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria, reduce da tre ko consecutivi, si prepara al posticipo di domani sera col Cagliari. Il tecnico Marco Giampaolo chiede alla squadra di voltare pagina: «Dobbiamo toglierci la sconfitta dalla testa il prima possibile, domani giocheremo al meglio delle nostre possibilità. Il Cagliari? Mi aspetto una squadra di qualità, aggressiva e pronta a dare qualcosa in più: davanti hanno giocatori di qualità come Sau, Joao Pedro e Borriello, è una squadra tosta ma di fronte ne avranno una altrettanto tosta».

 

DIMENTICARE BOLOGNA – «A Bologna – continua l’allenatore blucerchiato – abbiamo fatto bene per oltre mezz’ora, poi abbiamo commesso qualche errore e lo abbiamo pagato caro. Giocheremo sempre per fare la partita, ma dobbiamo migliorare le nostre reazioni alle difficoltà. Non avremmo meritato di perdere nessuna delle tre partite perse, ora resettiamo e ripartiamo. Skriniar? Ha reagito da grande giocatore agli errori. I giovani possono sbagliare, ma devono reagire agli errori con personalità: mi aspetto lo stesso da altri. Turn over? La squadra ha fisicamente recuperato, devo capire se qualcuno ha bisogno di recuperare anche mentalmente».

 

DUBBI DI FORMAZIONE – Giampaolo infine non si sbottona sulla formazione: «Eramo è un ragazzo affidabile, se lo chiamerò in causa so che risponderà presente. È una mezz’ala, ma può ricoprire anche il ruolo di esterno basso. Quagliarella? È fondamentale per noi, fa un lavoro di collegamento dei reparti che chiederò anche a Muriel: non so se Fabio giocherà dall’inizio, ma in tal caso non sarebbe una scelta tecnica. L’abbondanza sulla trequarti? Devo capire chi di loro è più adatto a giocare sulla trequarti e chi in mezzo al campo. Non escludo un impiego di Praet da mezz’ala».

 

Dichiarazioni raccolte dai colleghi di SampNews24.com

Articolo precedente
Cagliari-Samp, anche l’ex rossoblù Krajnc tra i 23 convocati di Giampaolo
Prossimo articolo
Coppa ItaliaSerie A: il Torino affonda la Roma