Conti: «Il Cagliari reagirà, mi aspetto una grande gara»

conti cagliari
© foto CagliariNews24.com

L’ex bandiera del Cagliari, oggi coordinatore del settore giovanile, parla del momento vissuto dalla Primavera rossoblu e dalla squadra di Maran

Intervistato da Sky Sport, il coordinatore del settore giovanile del Cagliari Daniele Conti ha parlato della Primavera. I rossoblu di Canzi domani alle 10 affronteranno alla Sardegna Arena i pari età della Juventus, sfida affascinante che mette in palio punti importanti per consolidare il secondo posto in classifica alle spalle dell’Atalanta. «C’è molta attesa, stiamo facendo un campionato incredibile e sopra ogni aspettativa. E’ il frutto del grande lavoro dello staff e del cuore dei ragazzi. Oltre a crescer sotto l’aspetto tecnico ed umano hanno capito cosa significa indossare la maglia del Cagliari: questo mi rende veramente orgoglioso».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

PRIMAVERA – Nel corso degli ultimi anni il settore giovanile, cui fa capo l’Academy, ha intrapreso la strada di inserire tanti elementi sardi nelle proprie formazioni e la Primavera non fa eccezione: «Il fatto di avere molti sardi ci gratifica, significa che il settore giovanile sta lavorando bene. Il fatto che 5-6 ragazzi si allenino giornalmente con la prima squadra è importante, possono crescere molto – ha proseguito Conti -. Li stiamo seguendo bene, speriamo continuino a crescere. Penso sia fondamentale, quando ti affacci in prima squadra non è semplice. Ho un grande rapporto con tanti elementi della prima squadra: aiutano i più giovani e danno riscontri positivi su di loro, questo è importante».

LA PRIMA SQUADRA – «Le faccio un grande in bocca al lupo, la gara sarà difficile anche per la situazione di classifica del Genoa. La squadra ha grandi giocatori, può andare a Genova con la consapevolezza di poter fare risultato. Nel corso della stagione possono esserci dei momenti di difficoltà, ma il Cagliari reagirà alla grande: penso che domani farà una grande partita. Come si raggiunge l’Europa League? Nel calcio è difficile fare previsioni, la cosa fondamentale è continuare a lavorare con impegno: a fine campionato si vedrà. L’importante è dare il massimo per la maglia».