Maran: «Vogliamo confermarci, dipende tutto da noi»

maran
© foto 10-01-2019 Asseminello, Calcio Serie A 2019/20, Conferenza stampa vigilia Cagliari vs Milan. Foto Gianluca Zuddas per CagliariNews24.com. Nella foto: Maran

Rolando Maran ha presentato in conferenza stampa la trasferta di Marassi del suo Cagliari contro il Genoa: le parole del tecnico rossoblù

Vigilia di Genoa-Cagliari e conferenza stampa ad Asseminello per Rolando Maran. Il tecnico rossoblù presenta la sfida ai media nel centro sportivo del club. Una gara che può diventare importante in chiave classifica per restare agganciato al treno Europa. Di seguito la conferenza stampa integrale di Maran.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

Vigilia di Genoa-Cagliari, la conferenza stampa di Maran

Ecco il mister: «Tra i non convocati ci sono Pavoletti, Cigarini, Rog e Ceppitelli. Il capitano si è allenato bene ma ha bisogno di ritrovare ritmo. Noi però pensiamo ai presenti. Il sorpasso del Bologna? Pensiamo a noi stessi, la corsa è lunga e difficile ma passa attraverso i nostri risultati. Le prestazioni sono tornate, ora vogliamo confermarci. Rispetto a un girone fa i numeri sono a nostro favore in queste tre partite, per occasioni e possesso palla. La strada è giusta. Difesa a tre o a quattro? Le prepariamo sempre entrambe, dobbiamo essere pronti a cambiare anche a gara in corso».

I SINGOLI – «Pereiro ha bisogno di un inserimento graduale, cambia campionato e ha poco minutaggio nel recente passato. Va testato e conosciuto per capire cosa ci può dare, spero di potergli dare la possibilità di integrarsi al più presto. Può essere inserito nel nostro sistema, ha le sue caratteristiche particolari che però non richiedono cambi del modulo.
Cragno si era già guadagnato l’azzurro, ora è rientrato ed ha dimostrato di essere tornato come prima: può giocarsi tutte le sue chance a ambire a un posto all’Europeo. Paloschi? Non ha trovato il gol negli ultimi tempi, ma so che caratteristiche ha. Somiglia molto a Simeone, il che però non esclude che possano anche giocare insieme in qualche occasione. Non la vedo una possibilità frequente al momento ma in futuro può essere. L’assenza di Cigarini spesso mi ha fatto scegliere Oliva, altre volte quel ruolo lo ha fatto Nainggolan anche a gara in corso: ho più soluzioni fra cui scegliere».

LA SQUADRA – «A volte nello sport ti può venire il braccino corto a un passo dal traguardo, è qualcosa che dobbiamo evitare se vogliamo portare a casa i risultati che meritiamo sul campo. Il dolore del gol del due a due di sabato scorso ci è rimasto dentro, i tre punti ci servivano per coronare sia la bella prestazione che il momento complessivo di ripresa e crescita. I gol presi nel finale? Lavoriamo per limare tutti i difetti, soprattutto in un momento in cui paghiamo caro ogni errore. Il campionato quest’anno è più avvincente, tutte le squadre stanno lottando per qualcosa e le gare hanno il pronostico incerto. Se cala l’attenzione rischi contro chiunque».

IL GENOA – «Troviamo il Genoa in un momento di entusiasmo per aver cambiato tanto e ritrovato smalto. Mi aspetto una squadra esuberante non vogliamo dar loro la possibilità di sfruttare l’inerzia».

LA PRIMAVERA – In chiusura una battuta sulla Primavera, impegnata domani alla Sardegna Arena contro la Juventus: «Sta facendo un campionato strepitoso, mi fa piacere che domani giocano nello stadio che è la nostra casa».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato Sergio Cadeddu