Connettiti con noi

Focus

Cagliari, il 2020 mese per mese: novembre

Pubblicato

su

pavoletti cagliari

Con la sosta della nazionali di novembre il Covid irrompe in casa Cagliari. Sardegna sotto l’acqua e Pavoletti che torna al goal

Il penultimo mese dell’anno si apre con una notizia amara per i giovani del Cagliari: il campionato Primavera 1 viene sospeso per decisione della Lega, in conseguenza alla diffusione del Covid-19. Le buone notizie invece cominciano nel giorno del compleanno di Gigi Riva. Il 7 novembre la Leggenda rossoblù compie 76 anni e il Cagliari batte 2-0 la Sampdoria dell’ ex Ranieri con goal di Joao e Nandez.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

LE NAZIONALI – A fare da spartiacque nel mese di novembre arriva la sosta per le nazionali. In totale sono 8 i giocatori impegnati con le nazionali maggiori, mentre i baby rossoblù Sottil, Zappa, Carboni e Tripaldelli raggiungo il ritiro dell’Under 21 conquistando la qualificazione agli Europei. Intanto il 18 novembre arrivano i primi segnali d’allarme: nell’Uruguay scoppia un focolaio di contagi. Il Presidente Giulini in precedenza si era detto preoccupato per l’alto rischio a cui sono esposti i giocatori che con le proprie nazionali si spostano in giro per il mondo con una pandemia in corso.

PAURA COVID, CELEBRAZIONI E BITTI – Preoccupazioni che risultano poi estremamente fondate vista la doccia fredda che investe il club sardo con la positività di Diego Godin. Insieme a lui finisce in isolamento per volontà della società anche Naihtan Nandez. Il Cagliari vola a Torino senza i due leader uruguagi e contro la Juventus non c’è niente da fare: i bianconeri passano facilmente con doppietta di Ronaldo. Il Covid intanto è entrato prepotentemente in casa Cagliari: il 25 novembre arriva la positività di Giovanni Simeone. Lo stesso giorno i sardi affrontano il Verona in Coppa Italia. Il goal di Sottil in pieno recupero regala la vittoria e il passaggio del turno ai rossoblù. In serata arriva la notizia che sconvolge il mondo del calcio e dello sport: Diego Armando Maradona muore all’età di 60 anni. Il giorno successivo, 26 novembre il bomber rossoblù Leonardo Pavoletti compie 32 anni. Il regalo di compleanno se lo fa da solo quattro giorni dopo, tornando al goal nella partita contro lo Spezia, finita in pareggio 2-2. Il match è particolarmente sentito per gli eventi che hanno sconvolto la Sardegna il giorno precedente: a Bitti perdono la vita tre persone a causa di un alluvione feroce. Nella stessa giornata anche Gaston Pereiro risulta positivo al virus.

← IL MESE PRECEDENTE
IL MESE SUCCESSIVO →

Advertisement