Alla scoperta dei Primavera: Isaias Delpupo

© foto Instagram @isaias.delpupo

Impariamo a conoscere i piccoli talenti della Primavera del Cagliari. Alla scoperta del trequartista classe 2003 Isaias Delpupo

Arriva da molto lontano il giovane che analizzeremo oggi, dall’Argentina più precisamente. Tesserato solamente a gennaio per motivi di transfer, ha potuto giocare solo uno spezzone di gara quest’anno: una lesione al quadricipite l’ha tenuto fuori dai campi. Poi l’emergenza coronavirus gli ha tolto tutte le possibilità di farsi vedere. Ma vediamo comunque chi è Isaias Delpupo.

LA SCHEDA – Nato a El Socorro (Argentina) il 31 marzo 2003, Isaias Delpupo è un trequartista della Primavera del Cagliari. Ha cominciato a giocare a calcio all’età di 5 anni nel General Gelly. Nonostante la sua giovane età, nella sua terra natia, ha girato diverse squadre. Nel suo curriculum infatti appaiono diversi Club tra cui Rivadavia de Peyrano, Trafico de Pergamino e Provincial de Pergamino. Gli ultimi anni in Argentina li ha trascorsi nella società del suo paese, il Club Atletico El Socorro. Porta nel cuore tutti i team che, nel loro piccolo, hanno contribuito alla sua crescita professionale. A 13 anni esordisce con la prima squadra de El Socorro, un’esperienza particolarmente importante per lui. Qualche mese dopo viene notato da Leonardo Bonachera, osservatore in Sud America del Cagliari Calcio. Viste le sue doti calcistiche e il suo grande talento, gli viene proposto di dare una svolta alla sua vita, partire alla volta dell’Europa e provare a giocare con un Club italiano. Il presidente Tommaso Giulini gli apre quindi le porte di Asseminello e dal 2018 Delpupo indossa i colori rossoblù. Ha trovato il debutto con la Primavera quest’anno nella gara contro il ChievoVerona poi, come già annunciato in precedenza, a causa di un infortunio muscolare e successivamente dell’emergenza coronavirus, non ha più avuto occasione di scendere in campo.

LE CARATTERISTICHE – Mancino, rapido, tecnico e molto fisico, Delpupo è una vera macchina da guerra. È dotato di un’ottima capacità di dribbling e di una buona velocità palla al piede. È il collante giusto tra centrocampo e attacco, una vera risorsa di questa Primavera.

IDOLI E SOMIGLIANZE – Qualcuno l’ha paragonato al grande Lionel Messi, suo idolo e connazionale e, per quel poco che si è potuto vedere di lui, non si può che confermare ciò. Ci si aspetta tanto da questo ragazzo pieno di talento che, sicuramente, incanterà con le sue giocate.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!