Connettiti con noi

Editoriale

Gironi Champions League: la Juve sorride, nerazzurri a metà, il Diavolo all’Inferno

Pubblicato

su

Umori ben diversi tra le quattro italiane dopo il sorteggi dei gironi Champions League: fortunata la Juve, incubo pieno per il Milan mentre Inter e Atalanta sorridono a metà

Gioie e dolori per le formazioni italiane dal sorteggio dei gironi Champions League. Nella cerimonia tenutasi a Istanbul, le mani di Essien e Ivanovic hanno riservato sorprese gradite e meno ai tifosi delle nostre quattro rappresentanti.

Chi ha potuto sorridere più di tutti è certamente la Juventus che nel suo girone non dovrebbe faticare per centrare gli ottavi di finale. Certo, l’urna ha riservato l’avversario più duro in assoluto, ovvero il Chelsea campione in carica rafforzato dall’arrivo di Romelu Lukaku. Ma se il primato sarà affare complicato, superare la concorrenza dei russi dello Zenit San Pietroburgo e degli svedesi del Malmoe non può far temere i bianconeri di Max Allegri.

A metà del guado, invece, i campioni d’Italia dell’Inter che si ritroveranno in un girone da clamorosa reunion con il recente passato. Insieme al Biscione ecco infatti Real Madrid e Shakhtar Donetsk, stesse rivali incrociate un anno fa di questi tempi che adesso sono guidate rispettivamente da Carlo Ancelotti e Roberto De Zerbi, a donare un prepotente gusto italiano alla contesa. Anche perché il quarto incomodo, l’esordiente Sheriff Tiraspol, difficilmente potrà competere per un posto al sole.

Ragionamento in qualche modo assimilabile anche all’Atalanta che può sorridere a metà per un girone che la metterà di fronte a Manchester United e Villarreal. Inglesi e spagnoli si ritroveranno a distanza di pochi mesi dalla finale di Europa League nella quale trionfarono i ragazzi di Unai Emery. Discorso a tre per la qualificazione dunque, anche perché è difficile ipotizzare un coinvolgimento dello Young Boys nella battaglia.

Dal Paradiso al Purgatorio per finire all’Inferno laddove, inevitabile, ecco albergare il Diavolo. Durissima per il Milan di Stefano Pioli che ritrova i gironi di Champions League dopo un lungo digiuno e difficilmente avrebbe potuto raccogliere di peggio. L’Atletico Madrid campione di Spagna, il Liverpool di Klopp e il Porto che nell’ultimo incrocio con un’italiana fece lacrimare la Juve. Insomma, per i rossoneri si prospettano tre mesi di fuoco: centrare l’accesso agli ottavi sarebbe davvero una straordinaria impresa.