Cagliari, Deiola: «Lavoro per dimostrare di essere da Serie A»

deiola cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Al termine dell’allenamento di stamani ha parlato in conferenza stampa Alessandro Deiola: «Lavoro al massimo, cerco sempre di migliorarmi. La Sardegna Arena? Non vediamo l’ora di giocarci»

Ha segnato l’ultimo gol della prima uscita stagionale ed il primo della seconda. Nel ritiro di Pejo Alessandro Deiola suda sotto lo sguardo di Massimo Rastelli e spera nella conferma. Al termine della seduta mattutina odierna il centrocampista di San Gavino Monreale ha parlato in conferenza stampa esprimendo sensazioni positive riguardo la prima parte di pre campionato: «Dipende tutto da me. Se farò bene dimostrerò di essere degno di poter stare in Serie A. Dal primo giorno di ritiro sto lavorando al massimo, cerco sempre di migliorarmi – le parole riportate dal sito del Cagliari -. L’ampliamento dello staff ci permette di allenarci in modo più specifico, è senz’altro un vantaggio. Il mio ruolo? L’importante è adattarsi alle esigenze della squadra e trovare spazio in campo. Mediano davanti alla difesa, centrocampista, trequartista sono ruoli che mi piacciono e mi permettono di crescere».

«SARDEGNA ARENA? NON VEDIAMO L’ORA…» – Deiola ha poi spostato lo sguardo sulla rosa a disposizione di Rastelli e sul futuro prossimo: «Il gruppo è forte, alzare l’asticella significa migliorare i punti deboli evidenziati l’anno scorso. Ci sono i presupposti per disputare un ottimo campionato. La Sardegna Arena? Da quel che abbiamo visto nei progetti, sarà un gioiello. Abbiamo sentito che i tifosi stanno rispondendo bene sottoscrivendo molti abbonamenti. Non vediamo l’ora di giocarci». Intervistato dal Cagliari Calcio, Deiola ha poi aggiunto: «Sicuramente rappresentare la maglia della tua terra è un orgoglio per te, e sai che devi sudare per fare bene e dare il massimo per questa maglia. La Sardegna Arena è un grande stadio e sarà un’emozione fortissima avere il pubblico accanto a noi. Sarebbe una grande emozione segnare la prima rete in A lì».

 

Articolo precedente
ripresa cagliariCagliari, mattinata di lavoro a gruppi. A parte Sau e Capuano
Prossimo articolo
cigariniCigarini, un gol capolavoro per presentarsi – VIDEO