Ceppitelli: «Non dobbiamo perdere l’entusiasmo» – VIDEO

Arriva la prima sconfitta stagionale per il Cagliari di Maran contro il Brescia. Ceppitelli a fine partita: «Dobbiamo continuare a lavorare tanto»

Una prima giornata di campionato 2019/2020 da dimenticare per il Cagliari di mister Maran. All’esordio casalingo contro il Brescia i rossoblù escono dal campo sconfitti per 1-0 grazie al gol su rigore di Donnarumma, arrivato nel secondo tempo. Un verdetto che lascia l’amaro in bocca e che non rende omaggio al pre campionato svolto dai sardi durante l’estate. Al termine del match giocato alla Sardegna Arena il capitano Luca Ceppitelli ha parlato ai nostri microfoni commentando l’incontro.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

LE DICHIARAZIONI – «Inizio con il dire che c’era tanto entusiasmo ma non bisogna perderlo sicuramente perché per noi il pubblico è molto importante, è sempre stato l’uomo in più sul campo – le dichiarazioni di CeppitelliVoglio fare un applauso al pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine e anche a fine partita, monito che tutti ci crediamo, siamo tutti uniti e siamo consapevoli che possiamo fare meglio e tutti noi della squadra lavoriamo e lavoreremo per farlo. Oggi probabilmente non direi che abbiamo subito troppo, però non abbiamo fatto la partita che volevamo fare perché ci è mancato qualcosa. Siamo ad inizio campionato, ci può stare che magari non siamo nella condizione migliore e non siamo del tutto rodati, ma c’è tutto il tempo per arrivare ad essere quello che vogliamo essere. Il Brescia ha fatto un’ottima partita. Probabilmente un piccolo calo c’è stato perché volevamo continuare a spingere e magari non ci siamo riusciti ma, come ho detto, è normale che ci siano queste cose imprevedibili ad inizio campionato dove magari vorresti spingere al 100% ma il 100% non ce l’hai e va trovato presto. Tutti i vari episodi (gol annullati e rigore dato con il VAR, ndr) credo siano stati tutti giusti, questo è il gioco e ci può stare, sono le regole. L’entusiasmo che c’è è molto bello e non deve assolutamente calare, perché è quello che ci può trascinare veramente a fare qualcosa di importante. Noi come squadra dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché il lavoro da fare è tanto e non bisogna montarsi la testa. Dobbiamo rimanere umili e fare il nostro lavoro e, secondo me, con l’umiltà giusta riusciremo a raggiungere i traguardi che vogliamo. La sconfitta di oggi darà sicuramente la voglia di riscatto nella prossima gara contro l’Inter. La classifica mi sembra assurdo guardarla ora, il campionato è ancora lunghissimo, ma ci vorrà la giusta voglia di riscatto per affrontare una squadra forte come l’Inter. Per quanto riguarda Pavoletti, spero che il suo infortunio sia il meno grave possibile e possa rientrare al più presto. Ritrovare Dessena da avversario è stata una sensazione particolare, non ci avevo mai giocato contro, sempre stato un mio compagno, quindi è stato un pochino strano. Per me ritrovare Daniele è sempre un piacere, è un grande amico ed è stato bello rivederlo».