Capozucca: «Per Padoin aspettiamo le visite mediche. Rincon? Sto cercando di convincerlo…»

© foto www.imagephotoagency.it

Durante la conferenza di presentazione del ritiro pre-campionato del Cagliari, il ds Stefano Capozucca ha fatto il punto sul mercato rossoblù. Da Padoin a Rincon, passando per i capitoli Di Gennaro e Valdifiori, sino ad arrivare alla situazione di Ibarbo.

 

CAPITOLO CENTROCAMPISTI – «Avevamo detto che volevamo due centrocampisti italiani o comunque conoscitori della Serie A. Uno è Padoin, per il quale si è fatta avanti concorrenza ma eravamo avanti con la trattativa e lui ha agito correttamente. Deve ancora fare le visite mediche, poi quando sarà depositato il contratto sarà ufficiale. L’altro è Rincon ma è molto difficile: vedremo se si riuscirà a fare. Con Rincon ho un ottimo rapporto, l’ho portato io al Genoa, è un ragazzo straordinario. Ora gli hanno fatto credere che società molto importanti siano sulle sue tracce, è normale che sia un po’ spiazzato. Io cerco di fargli capire che Cagliari è una destinazione ideale che non ha niente da invidiare a nessuno. C’è una dirigenza giovane e volenterosa, un progetto per lo stadio: Bruno Alves ad esempio non ha scelto per soldi ma per il progetto. Voglio far capire le stesse cose a Rincon, a costo di andare in Venezuela. Poi decide lui».

 

CAPITOLO TERZINI «Pensiamo a un centrocampista al momento, poi valuteremo le altre mosse e qualche movimento in uscita. Il mercato finirà fra mesi, c’è tempo»

 

DI GENNARO-VALDIFIORI«Di Gennaro è confermato, mi piacerebbe non tornare più sull’argomento. E’ un giocatore di qualità e merita la Serie A. Sicuramente non arriverà Valdifiori».

 

GIOCATORI IN USCITA –«Ibarbo è molto vicino al Panathinaikos per un nuovo prestito. Oggi non sarebbe corretto dire chi può andar via e chi no, non sarebbe rispettoso nei confronti di tutti quei giocatori che hanno concorso alla bella stagione».

Articolo precedente
LIVE – Cagliari, presentato il ritiro estivo: le parole di Capozucca e Passetti
Prossimo articolo
Cagliari, i dettagli del ritiro: amichevoli con Terek Grozny, Crotone e Amburgo