Canzi: «Siamo stati protagonisti fino alla fine» – FOTOGALLERY

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Primavera, tanto rammarico per la fine del sogno playoff. Nonostante il verdetto finale, mister Canzi è orgoglioso dell’operato dei suoi ragazzi

Si è chiusa la stagione 2018/2019 per la Primavera del Cagliari Calcio allenata da Max Canzi. I rossoblù hanno terminato la stagione con un pareggio per 2-2 contro il Torino, che però non è bastato per la conquista di un posto nei playoff di categoria. La doppietta in rimonta di Luca Gagliano sembrava aver regalato il raggiungimento del sogno, ma il rigore segnato da Rauti in pieno recupero ha cancellato ogni speranza. Tanto il rammarico per il desiderio sfumato sul finale di una bellissima partita e di un’annata praticamente perfetta. Al triplice fischio le lacrime di delusione e rabbia son scese agli occhi di ogni singolo giocatore e il mister dei sardi non ha potuto far altro che consolare i suoi giocatori, stringendoli in un forte abbraccio. Ecco le sue parole ai microfoni del sito ufficiale del Cagliari: «Vedere sfumare l’obiettivo così fa molto male. Non possiamo non partire dal rigore concesso al Torino nel recupero, che a mio avviso non c’era e che ha sicuramente dato una mazzata ai nostri sogni. Dispiace, perché i ragazzi una volta di più hanno dimostrato di avere un cuore enorme e una capacità di lottare fuori dal comune. Credo però che ai giovani servano anche questi bocconi indigesti da mandare giù, occorre imparare a reagire alle ingiustizie».

L’ANALISI DEL MATCH – Una partenza degli isolani forse non troppo brillante quella vista ieri nel campo di Asseminello. Il primo tempo della gara è stato molto combattuto, con i granata che hanno dimostrato di essere una squadra forte tecnicamente e fisicamente. Son stati proprio gli avversari torinesi a sbloccare la gara all’inizio della ripresa, con un gol su punizione di Rauti. Ma il Cagliari di mister Canzi non ha mollato ed è stato bravo a trovare la forza di reagire, ribaltando con la doppietta dell’attaccante sardo Gagliano un match che poteva diventare epico.

RAMMARICO E SODDISFAZIONE – Una stagione da incorniciare quella vissuta e giocata dalla Primavera rossoblù e nonostante il rammarico di tutti (allenatore compreso) per non aver raggiunto il lieto fine, non si può che essere soddisfatti per gli enormi traguardi di quest’anno: «Siamo stati protagonisti sino alla fine. In questa stagione abbiamo ribaltato tante partite e ottenuto risultati di prestigio contro squadre più accreditate. Siamo cresciuti molto sotto tutti i punti di vista. Rimpianti? No, è vero che qualche punto in più avremmo potuto coglierlo, ma aggiungo anche che senza la clamorosa sconfitta casalinga di marzo contro il Chievo probabilmente non saremmo arrivati ad un soffio dai playoff. Quella giornata negativa ci diede una spinta per migliorare e trovare nuova linfa verso un finale quasi perfetto».

La fotogallery di Cagliari-Torino