Cagliari, si riparte da Padoin terzino

© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino destro, a maggior ragione dopo la partenza di Balzano per Cesena, era (e rimane) il punto interrogativo di questo inizio di mercato rossoblù. In rosa, al momento, ci sarebbe solo Fabio Pisacane come interprete naturale di quel ruolo, anche se nasce come difensore centrale e Rastelli ha sempre detto che lo considera perfetto per fare uno dei centrali nella difesa a tre. Il 3-5-2 è uno dei moduli che il Cagliari utilizzerà nella prossima stagione e ha già iniziato a farlo ieri, nell’amichevole vinta 16-0 contro il Pieve di Bono. Nel finale di gara, infatti, si è passati dal vecchio 4-3-1-2 alla tanto cara difesa a tre che Rastelli ha schierato spesso e volentieri ad Avellino.

 

L’undici iniziale, però, ricalcava ancora il vecchio modulo della passata stagione e nel ruolo di terzino destro ha giocato Simone Padoin. Arrivato dalla Juventus poche settimane fa, inizialmente si pensava a lui come rinforzo per il centrocampo, mentre negli scorsi giorni è emersa la volontà di società e ieri dell’allenatore di impiegarlo nel ruolo di terzino. Non quello naturale, ma la duttilità è sempre stata una delle maggiori doti del “talismano”, tanto che nella Juventus Conte e Allegri l’hanno utilizzato praticamente ovunque. Mezzala, esterno di centrocampo, regista e terzino, sia a destra che a sinistra. La volontà di sacrificarsi non gli è mai mancata e non gli mancherà neanche a Cagliari. Aspettando un esterno di ruolo (Calabria dal Milan è l’ipotesi più probabile), sarà lui il terzino destro del nuovo Cagliari di Rastelli.

Articolo precedente
Rastelli: «I ragazzi sono arrivati in ritiro in buone condizioni. Tetteh? Mi ha sorpreso»
Prossimo articolo
Cagliari, Padoin: «Bello il calore dei tifosi rossoblù. Il mio ruolo? Dove vuole il mister»