Cagliari, Giulini: «Gruppo di grandi uomini, non era facile. Merito di Rastelli e Capozucca»

© foto www.imagephotoagency.it

Al termine di Bari-Cagliari, durante i festeggiamenti per la Serie A conquistata in nottata, il presidente Giulini si è presentato ai microfoni di Sky. Queste le parole del patron dei sardi: «Siamo riusciti a mettere tanti punti in cascina sin dall’inizio. I meriti vanno al direttore Capozucca e a mister Rastelli. Capozucca conosceva benissimo questa categoria. Sono stati dodici mesi difficili, ma ripartire subito alla grande dopo quel maledetto 17 maggio (giorno della retrocessione, ndr) è stato fondamentale. Abbiamo gestito bene la crisi degli ultimi tempi. Oltre a calciatori volevamo grandissimi uomini e si sono dimostrati tali. Attorno a loro abbiamo costruito questo successo. Non è facile fare una stagione di vertice quando sei la favorita. Dedico la vittoria alla mia famiglia. Il 23 maggio faremo una bellissima festa in onore della squadra e saluteremo Daniele Conti al Sant’Elia. Ranieri? Felicissimo che non abbia accettato la nostra offerta, se questi sono i risultati. A Leicester ha fatto un miracolo. Vorrei ricordare anche il Crotone, che insieme a noi ha fatto un campionato strepitoso. Joao Pedro ha rinnovato, lui mi aveva chiesto di non annunciarlo e di aspettare il giorno della promozione».

Articolo precedente
SALA STAMPA – Cagliari, Rastelli: «Meritavamo di andare in A così. Prestazione tra le migliori della stagione»
Prossimo articolo
Capozucca a Sky: «La Serie A? Abbiamo mantenuto fede agli impegni presi in estate»