Cagliari, le frecce che non t’aspetti: brillano Lykogiannis e Cacciatore

© foto CagliariNews24.com

Il Cagliari torna alla vittoria grazie ai gol di Joao Pedro e Ceppitelli. Ma c’è spazio anche per Cacciatore e Lykogiannis, i due terzini schierati a sorpresa e uomini assist della serata

Il Cagliari vince e convince. Tra le mura amiche la squadra di Maran si conferma squadra difficile da superare. Ultima testimone la Fiorentina, sconfitta venerdì sera per 2-1 grazie ai gol di Joao Pedro e Ceppitelli. Oltre ai marcatori, c’è spazio anche per gli uomini assist della serata. Quantomeno singolare, infatti, che gli autori dei due cross vincenti siano stati Cacciatore e Lykogiannis, gli esterni difensivi schierati un po’ a sorpresa da Maran.

CAGLIARI-FIORENTINA 2-1, LE PAGELLE

Il greco nel suo anno a Cagliari ha convinto raramente. Venerdì, probabilmente, ha portato a termine la miglior prestazione da quando veste rossoblù. Una gara attenta in fase difensiva contro un avversario tutt’altro che semplice come Chiesa (che però ha tenuto in gioco in occasione del 2-1, unica vera pecca della sua prova) e qualche discesa degna di nota. Ciliegina sulla torta l’assist per il 2-0, un sinistro tagliato che ha trovato il colpo vincente di capitan Ceppitelli. Nella corsia opposta non ha voluto esser da meno Fabrizio Cacciatore, all’esordio assoluto (e per di più dal 1′) con la maglia del Cagliari. Superati i problemi fisici che si era portato dietro da Verona, l’esterno arrivato a gennaio ha fornito una prestazione solida in difesa e propositiva in attacco: ci ha provato anche dalla distanza trovando sulla sua strada Terracciano. Poi, nella ripresa, il cross col mancino che ha permesso a Joao Pedro di ritrovare il gol e segnare il momentaneo 1-0. Sostituito poco dopo il 70′, si è preso gli applausi dell’Arena. Ed a fine partita sono arrivati anche i ringraziamenti in pubblico di JP10.

Da sorprese di formazione a certezze di giornata in appena 90′. Alla vigilia Maran aveva dato qualche indizio su possibili cambi rispetto all’undici tipo, puntualmente arrivati alla comunicazione delle formazioni ufficiali: «Devo cercare di mettere in campo chi sta meglio e valutare le frecce da potermi giocare durante la gara»Ma forse nemmeno il tecnico trentino si aspettava una prova tanto positiva dei due rossoblù. Alle frecce da giocarsi a gara in corso – intese come alternative – si aggiungono quelle di Lykogiannis e Cacciatore. Forse non dei modelli in fatto di velocità ma, almeno venerdì, pungenti e letali.