Cragno sfida la “sua” Fiorentina: «In palio ci sono punti pesanti»

© foto www.imagephotoagency.it

Alessio Cragno sul prossimo match: «Per me che sono di Fiesole sfidare la Fiorentina ha il suo fascino. Ma non ci sarà spazio per particolari emozioni»

Se Luis Oliveira vedrà il match da fuori, pur coinvolto per i suoi trascorsi tra Sardegna e Toscana, Alessio Cragno lo vivrà da protagonista. Il portiere di Fiesole, in Sardegna dal 2014, era stato costretto a fermare la sua stagione al 64′ di Cagliari-Genoa per un infortunio muscolare e, dopo 7 gare di astinenza, ha ritrovato il posto tra i pali contro la Samp a seguito dell’infortunio del designato Rafael a pochi minuti dal fischio d’inizio. E’ stato confermato – un po’ a sorpresa viste le condizioni fisiche – sabato all’Olimpico contro la Roma. Alcuni interventi decisivi, tra cui il rigore parato ad un mostro dei penalty come Perotti, poi il gol subìto al 94′ che ha sfilato al Cagliari un punto che sembrava acquisito. Dopo il rodaggio, adesso, il portiere classe ’94 è pronto a confermare la propria crescita fisica e tentare di strappare punti contro la sua Fiorentina.

CRAGNO – Nato a Fiesole, comune della città metropolitana di Firenze, il portiere ha mosso i primi passi su un campo di calcio in alcuni club toscani per poi approdare al Brescia, dove è stato notato dal Cagliari. Dopo un periodo non brillante ed i conseguenti – e fruttuosi – prestiti a Lanciano e Benevento, Cragno si sta imponendo in Serie A e punta la Fiorentina: «Sono di Fiesole, giocare contro la Viola per me ha il suo fascino – ha spiegato a La Gazzetta dello Sport –. Ma non ci sarà spazio per particolari emozioni: in palio ci sono punti pesanti per raggiungere il nostro obiettivo. Vogliamo regalare ai tifosi una prestazione da Cagliari».

Articolo precedente
oliveiraCagliari-Fiorentina, Oliveira: «Rossoblù temibili in casa»
Prossimo articolo
sondaggioCagliari, Ionita: «Pronti a lottare per centrare la salvezza»