Abeijon: «Godin e Nandez nella storia del Cagliari»

abeijon
© foto Twitter Cagliari Calcio

Sugli uruguaiani del Cagliari ha parlato, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Nelson Abeijon, ex centrocampista e idolo dei tifosi rossoblù

Nelson Abeijon è uno dei tanti uruguaiani che con la maglia del Cagliari ha conquistato il cuore della tifoseria. Un centrocampista che ha sempre dato tutto in campo, guadagnandosi il soprannome di Guerrero proprio per questo motivo. Chi meglio di lui, dunque, per analizzare la situazione dei giocatori uruguaiani nella rosa del Cagliari? Abe ha risposto ad alcune domande a La Gazzetta dello Sport su questo argomento.

GODIN COME LOPEZ – Per Abeijon, Godin è l’uomo giusto per la difesa del Cagliari: «Non possiamo girarci intorno, il Cagliari ha preso uno dei migliori difensori al mondo degli ultimi dieci anni. Certo, l’età passa e i viaggi con la Nazionale non aiutano, ma sono sicuro che entrerà nella storia del Cagliari; con Di Francesco ritrova la linea a 4, farà meno fatica rispetto all’Inter». E quando gli si chiede chi gli ricordi Godin tra gli uruguaiani risponde sicuro: «Lopez: entrambi sono leader, ma Godin fa molti più gol».

NANDEZ IN CRESCITA – Poi le sue impressioni su Nandez: «Io lo dissi da quando arrivò in Sardegna: Nandez è un grandissimo giocatore. Poi l’anno scorso è migliorato tantissimo palla al piede. E Di Francesco gli farà fare un ulteriore salto di qualità». E sul futuro del ragazzo spiega: «Nahitan in campo lascia tutto, e credo che alla fine lascerà il segno nel cuore dei tifosi. Anche perché so che lui vuole arrivare in Europa col Cagliari».

OLIVA E PEREIRO – Belle parole anche per gli altri uruguaiani del Cagliari. Su Oliva Abeijon dice: «Oliva è un giovane portato in Sardegna per abituarsi alla Serie A: diventerà un centrocampista importante, ma non bisogna avere fretta». E su Pereiro tanta fiducia: «Al primo anno è stato sfortunato, ma nel 4-3-3 potrebbe essere una bellissima sorpresa quando starà bene».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!