Crotone-Cagliari, Zenga: «Gara dura, cerchiamo continuità»

crotone
© foto www.imagephotoagency.it

In mattinata Zenga, tecnico del Crotone, ha presentato alla stampa la sfida di domenica contro il Cagliari: «I nuovi arrivi ci permettono di essere competitivi. Cagliari? Penso alla mia squadra»

Stamani, prima dell’allenamento in vista della sfida interna di domenica pomeriggio contro il Cagliari, il tecnico del Crotone Walter Zenga ha tenuto la conferenza stampa di presentazione. «Mi sembra che il Crotone in Serie A non abbia mai vinto contro il Cagliari, già questo potrebbe bastare per spiegare le difficoltà della partita di domenica – ha esordito Zenga -. Nelle difficoltà gli uomini tirano sempre fuori il meglio, l’importante è la settimana di preparazione e la prestazione della domenica. Poi in ogni gara ci sono episodi fortunati o meno, ma le situazioni fortunate vanno cercate. Noi cerchiamo continuità di prestazione e concentrazione, attraverso le prestazioni vengono i risultati. Formazione? Non la dico per rispetto verso i ragazzi, voglio dirla prima a loro».

IL CAGTLIARI – «Gli avversari li analizzi ed hai rispetto, ma pensi alla tua squadra. Puoi guardare tutti i video possibili del Cagliari, preparare la gara in base a come pensi che giocherà: pensi che possano giocare con Farias e Giannetti in avanti e poi magari gioca Ionita trequartista o il duo Sau-Farias. Da allenatore devi essere pronto ad avere l’attitudine ad affrontare ogni situazione, guardare la filosofia di gioco dell’avversario e cercare di fare dei correttivi per coprire eventuali cambiamenti».

TRA CALCIOMERCATO E CAMPIONATO – Il tecnico degli squali ha poi parlato dell’ultima gara, vinta per 3-0 in casa dell’Hellas, e degli ultimi arrivi in sede di calciomercato: «Arriviamo da un risultato positivo ma in settimana ho visto sempre lo stesso atteggiamento. Ho chiesto alla società uno sforzo, dei giocatori utili per entrare immediatamente nel sistema di gioco che stiamo usando. Avevo bisogno di giocatori pronti, che conoscessero il nostro modulo. Con gli innesti del calciomercato abbiamo portato la rosa dei titolari ad un numero interessante, ora abbiamo 16-17 giocatori potenzialmente titolari che possono giocarsela con chiunque. Abbiamo preso Capuano, che ha altri amici che giocano in squadra, Benali invece è in Italia da 6 anni e non ha problemi di inserimento in A. Qui a Crotone mi sento in famiglia, ho un contatto diretto e costante con ds e presidente senza altre persone a far da tramite: ho la serenità di poter sbagliare».

Articolo precedente
calciomercato cagliari gonzalezCalciomercato Cagliari, piace Magnani del Siracusa
Prossimo articolo
giovaniliCagliari, il week end delle giovanili: Primavera a Perugia