Crotone-Cagliari, i precedenti del match – VIDEO

highlights
© foto CagliariNews24.com

Verso Crotone-Cagliari: appena quattro i precedenti in campionato tra le due compagini. Spicca la vittoria sarda nell’ultima e unica sfida in Serie A

Sono appena quattro i precedenti tra Crotone e Cagliari in terra calabrese, per un totale di tre successi dei padroni di casa ed un’affermazione dei rossoblù sardi. La prima sfida di campionato tra le due compagini risale alla stagione 2000/01: allo Scida ebbe la meglio il Crotone, in doppio vantaggio grazie alla doppietta di Sculli nei primi 15′ di gara. I rossoblù accorciarono le distanze al 74′ con Beghetto ma tornarono sull’isola senza punti. Nella stagione successiva il secondo incrocio della storia tra le due squadre, ancora in Serie B ed ancora finito ancora in favore dei calabresi. Quella volta il match fu più spettacolare, con ben 6 reti: il 4-2 finale porta le firme di Artistico (doppietta), De Florio e Porchia per i padroni di casa, Abeijon e Melis per i sardi.

GLI ULTIMI PRECEDENTI – Ben più recenti gli ultimi due precedenti: nel 2015/16 lo Scida si confermò campo ostico per il Cagliari, guidato da Rastelli. Il Crotone di Juric passò in vantaggio con Budimir al 2′, seguì il pareggio di Farias a metà tempo ma gli squali tornarono avanti allo scadere della prima frazione con Martella. Nella ripresa due espulsioni tra le fila degli ospiti (Balzano e Krajnc) compromisero un match stregato, chiuso definitivamente dalla rete del crotonese Ricci allo scadere. L’ultimo precedente è anche l’unico, finora, in Serie A. Lo scorso febbraio non si giocò, come un anno prima, per la vetta della classifica di Serie B. L’obiettivo per le due compagini era la salvezza in A: nello scontro diretto dello Scida Stoian portò in vantaggio i suoi in avvio ma le reti di Joao Pedro prima e Borriello poi regalarono la prima vittoria allo Scida della storia del club.

Articolo precedente
Crotone e Cagliari, i precedenti con Tagliavento
Prossimo articolo
cagliariCagliari, allenamento alla Sardegna Arena: Sau e Miangue a parte