Torino-Cagliari, le pagelle: non basta Barella

barella cagliari nazionale italia
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Torino-Cagliari

Il Cagliari cade 2-1 a Torino contro i granata di Mihajlovic. I rossoblù erano passati in vantaggio alla mezz’ora del primo tempo con Barella in contropiede, ma Iago Falque prima dell’intervallo e Obi nella ripresa infliggono alla squadra di Lopez l’ottava sconfitta stagionale.

Le pagelle del Cagliari

Rafael 5.5: Non può nulla sul gol di Iago Falque. Ha più di qualche responsabilità sul 2-1 di Obi con quell’uscita su Baselli che di fatto costa la partita.

Romagna 6: Nonostante l’età, tanta personalità e sicurezza per il giovane centrale rossoblù (dall’86’ Giannetti s.v.).

Andreolli 5.5: Torna a guidare la difesa, ma va spesso in difficoltà con qualche disimpegno errato.

Capuano 5: Sbaglia tanto e si perde Iago Falque sul secondo palo sul gol dell’1-1.

Faragò 6: Il nuovo ruolo di esterno a centrocampo gli permette di sganciarsi più facilmente, anche se contro Ansaldi e Ljajic mette in evidenza le sue lacune difensive.

Cigarini 5.5: In alcune occasioni non dà l’appoggio alle mezze ali e sbaglia passaggi elementari.

Barella 7.5: Il migliore tra i rossoblù. Sblocca la partita in contropiede con un preciso diagonale di destro. Recupera palloni e regala giocate a centrocampo come ad inizio stagione. Lopez lo toglie nel tentativo di recuperare la partita, anche se la sua sostituzione lascia più di qualche perplessità (dal 69′ Sau s.v. Entra per provare a recuperare la partita ma con poche occasioni).

Padoin 5.5: Sempre presente in fase offensiva, dove prova a mettere qualche cross interessante per Pavoletti. Ha però più di una responsabilità sui due gol del Torino. Non stringe come dovrebbe sull’1-1 di Iago Falque. Si fa anticipare da Obi sul 2-1 in area di rigore (dal 77′ Miangue s.v.).

Joao Pedro 5: No, la mezzala non è il suo ruolo e ne paga le conseguenze. Si vede a sprazzi, ma JP in quella posizione è un esperimento che già in passato con altri allenatori ha fatto soprattutto danni. Quando il Cagliari deve recuperare la partita, Lopez lo schiera addirittura accanto a Cigarini in una mediana a due che non è chiaramente nelle sue corde.

Farias 6: Il brasiliano va ad intermittenza, ma ha il merito di servire a Barella il pallone del momentaneo vantaggio dopo uno stop fantastico.

Pavoletti 5.5: I compagni lo cercano spesso con i cross, lui fa a sportellate con i difensori granata, perdendo tanti duelli.

Lopez 6: Il Cagliari tiene bene il campo con l’ormai consueta difesa a tre. Coraggioso nel finale quando schiera contemporaneamente Pavoletti, Sau, Farias, Giannetti e Joao Pedro. Segno che questa squadra non molla mai. Ma gli errori da correggere sono ancora tanti.


Le pagelle del Torino

Sirigu 6: Barella la piazza lì dove lui non può arrivare. Per il resto normale amministrazione.

De Silvestri 6: Non spinge tanto sulla destra (il Toro attacca più dall’altra parte), ma in fase difensiva usa fisico ed esperienza.

N’Koulou 6.5: Vince il duello con Pavoletti.

Moretti 6: Sufficiente anche se meno positivo rispetto al compagno di reparto.

Ansaldi 7.5: È l’uomo in più in attacco per il Torino. Spinge sempre sulla sinistra, creando più di qualche problema alla retroguardia rossoblù. Suo l’assist per l’1-1 di Iago Falque.

Acquah 5: Più falli che sostanza in mezzo al campo. Perde il duello con Barella e la sua prestazione è condizionata dal giallo rimediato proprio per un fallo in ritardo sul giovane rossoblù (dal 56′ Obi 7: Entra e ha subito sui piedi il pallone del vantaggio che Rafael manda sul palo. Sono solo le prove generali del gol del 2-1 che arriverà poco dopo).

Valdifiori 6: Mihajlovic rispolvera il 4-3-3 e lui torna ad impostare la manovra granata.

Baselli 6.5: Tira ogni volta che può. Da una sua conclusione nasce il gol del 2-1 di Obi.

Iago Falque 6.5: Il Torino spinge più dall’altra parte, lui si fa trovare pronto sul secondo palo per segnare il gol dell’1-1 (dall’87’ Berenguer s.v.).

Belotti 6: Un mese dopo l’infortunio è di nuovo in campo per tutti i 96 minuti. Non è ancora al meglio, spesso impreciso sotto porta, ma basta la sua presenza per impensierire la difesa del Cagliari.

Ljajic 6.5: Gli manca solo il gol. Fa il bello e il cattivo tempo negli ultimi 20 metri di campo.

Mihajloivc 6.5: Ha il merito di risollevare il Torino anche grazie al ritorno al 4-3-3. Il cambio di Obi decide di fatto la partita. Sbaglia poco e la squadra dimostra che è ancora dalla sua parte.

Articolo precedente
Torino-Cagliari 2-1, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
mihajlovic torinoMihajlovic: «Oggi era fondamentale vincere»