Ternana, Breda: «Il Cagliari è la miglior squadra del torneo, ma abbiamo tutto per fare bene»

© foto www.imagephotoagency.it

Domani il Cagliari ospiterà al Sant’Elia la Ternana (fischio d’inizio alle 15). Della gara e della situazione dei suoi ha parlato in conferenza stampa il tecnico delle Fere Roberto Breda, che non si è mostrato impaurito dai rossoblù. «Siamo consapevoli che è una partita dura, ma abbiamo tutto per poter fare un’ottima gara in un campo difficile dove nessuno ha ancora vinto, contro la squadra tecnicamente più forte del campionato. Abbiamo tanta voglia di provare a metterli in difficoltà. Non abbiamo timore reverenziale, anche se è una squadra che è stata davanti fin dall’inizio», ha esordito Breda.

 

RENDIMENTO – «La difesa è migliorata grazie al lavoro, i ragazzi stanno seguendo l’atteggiamento giusto. L’attacco? Innanzitutto bisogna essere pericolosi, Avenatti ma anche Dunganzic e Ceravolo hanno avuto meno continuità. Mi preoccuperei se la squadra non tirasse in porta, ma nelle ultime partite non è così. Non è nella nostra filosofia fare giro palla, quando si arriva ad un certo punto bisogna affondare e cercare il gol: l’idea è sempre quella di far male, quando possibile. Avenatti tende a stare lontano dall’area, è una sua caratteristica: ha dei margini di miglioramento grandissimi, deve migliorare in questa situazione».

 

CAGLIARI – «E’ vero, ha tanti assenti, ma rientrano anche giocatori importanti: hanno la rosa più completa del campionato, anche in Serie A ci sono rose meno complete. Farias è il fulcro del gioco del Cagliari, i numeri dicono questo. E’ un peccato vederlo in Serie B. Ma ci sono anche Melchiorri, Sau e Giannetti, hanno l’imbarazzo della scelta. Non credo che le assenze per loro siano un grosso problema e non credo che per questo troveremo una squadra meno agguerrita, soprattutto considerando che arriva da una sconfitta un po’ pesante».

 

FORMAZIONE – «Ho qualche dubbio, da centrocampo in su. Janse, Duganzic, Signorelli e Meccariello sono dei nuovi acquisti perché per motivi diversi li abbiamo avuti poco a disposizione. Janse avanzato può aiutare la fase d’equilibrio ma è bravo anche a seguire l’azione ed andare in area».

 

STATO DI FORMA – «Se togliamo la gara contro il Lanciano abbiamo fatto sempre delle gare buone, spesso siamo arrivati alla fine con più benzina degli avversari. Arriviamo da tre risultati utili consecutivi, speriamo di non fermarci. Saranno importanti le prossime cinque gare, partendo da quella di Cagliari con l’idea di dare da subito un’impronta al nostro girone di ritorno. Nelle gare contro le squadre favorite abbiamo sempre fatto bene, dobbiamo avere l’atteggiamento che abbiamo avuto contro Pescara e Crotone. L’equilibrio è fondamentale, contro l’attacco più forte del campionato ma con la consapevolezza dei loro punti deboli».

Articolo precedente
Verso Cagliari-Ternana, i convocati di Breda
Prossimo articolo
Cagliari-Ternana, i 21 scelti da Rastelli: prima convocazione per Cinelli