Srna: «Miglioriamo la scorsa stagione. A Mosca grazie al presidente»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Darijo Srna, intervistato a Pejo da Sky Sport, ha parlato della finale della sua Croazia e della prossima stagione con il Cagliari

Darijo Srna si è visto a Pejo solo nella giornata di ieri. I primi allenamenti li ha saltati, ma da assente giustificato. Il Cagliari ha infatti concesso il permesso all’ex capitano della Croazia di andare a vedere la storica finale dei suoi connazionali a Mosca contro la Francia. Purtroppo per Srna l’esito è stato negativo, con i transalpini che hanno sollevato la Coppa del Mondo imponendosi per 4-2: «Sì, è un peccato, ma abbiamo fatto un risultato storico – dice Srna ai microfoni di Sky Sport – 20 anni fa siamo arrivati terzi, ora secondi. Non potete immaginare come sia oggi l’ambiente in Croazia: grandi festeggiamenti per i tifosi e per la squadra. La nazionale croata è stata la mia famiglia negli ultimi 17 anni, io sono parte della grande famiglia croata e loro sono parte della mia famiglia. Abbiamo parlato e gli ho detto di giocare per loro stessi, per le loro famiglie, per i loro amici e per la Croazia. Quando arrivi in finale tutto è possibile. I ragazzi ce l’hanno messa tutta per arrivarci, hanno giocato meglio della Francia, ma è mancata la fortuna che è una componente importante in una finale».

RITORNO IN ITALIA – Nonostante la giornata di permesso, Srna ha fatto di tutto per tornare in Italia il prima possibile e presentarsi a Pejo ieri mattina, in modo da non saltare un altro allenamento: «Prima di tutto voglio ringraziare il presidente ed il mister, che mi hanno chiamato prima del match per dirmi che dovevo andare lì a vedere la partita perché sono parte della famiglia. Per me è stato un grande piacere. Sono stato fino alla fine della partita, ho preso il volo di ritorno di notte per allenarmi con i miei nuovi compagni perché loro mi rispettano ed io devo rispettare loro. Io sono un professionista dunque devo presenziare all’allenamento. L’ho fatto per una questione di rispetto. Siamo un gruppo e dobbiamo fare un risultato migliore rispetto alla passata stagione in Serie A».

Articolo precedente
cagliariCagliari, esercitazioni e partitella a Pejo
Prossimo articolo
Calciomercato Cagliari, anche Biancu e Pennington all’Olbia