SALA STAMPA – Rastelli: «Vittoria meritata. Ho puntato sulla voglia di rivalsa di Di Gennaro»

© foto www.imagephotoagency.it

Terza vittoria consecutiva al Sant’Elia per il Cagliari di Rastelli che nella settima giornata di Serie A ha battuto 2-1 il Crotone grazie ai gol di Di Gennaro e Padoin. Al termine della partita ha parlato in sala stampa il tecnico rossoblù Massimo Rastelli: «Vittoria meritata, ma non semplice. È stata complicata, l’avevamo detto ieri. Lo è diventato di più con l’infortunio di Joao Pedro. I ragazzi hanno capito che non sarebbe stata una passeggiata. Nei primi venti minuti eravamo messi bene, abbiamo creato qualche situazione interessante finché un episodio non ha sbloccato la partita. Nel secondo tempo abbiamo preso in mano la gara anche grazie al raddoppio. Non mi sono piaciuti i primi minuti dove abbiamo sbagliato qualche disimpegno. Negli ultimi minuti abbiamo sofferto e ho provato a rinforzare la linea difensiva con Salamon. Peccato aver preso quel gol al 90’ in quel modo e non chiudere la partita sul 2-0. Purtroppo gli infortuni fanno parte del nostro mestiere. Da quanto alleno non mi è mai capitato un numero così alto di infortuni soprattutto da trauma. Una serie di infortuni lunghissimi, Ionita e Joao li rivedremo da gennaio in poi. Mi auguro che Dessena dopo la sosta sia arruolabile a tempo pieno. L’organico è questo. Mauri? Non si discute come calciatore, ma andare a prendere un giocatore fermo è l’ultimo pensiero che abbiamo fatto nelle ultime ventiquattro ore. Dieci punti li abbiamo fatti tutti in casa, ma anche in trasferta dobbiamo cercare di fare risultato. Non prepariamo la partita in modo diverso se giochiamo in casa o fuori, dobbiamo capire che anche in trasferta possiamo dare filo da torcere. Nel calcio per fare risultati ci vuole equilibrio. Sulla trequarti mi è capitato di giocare in Serie B con Farias, Sau, Melchiorri o Giannetti. In A non te lo puoi permettere. Di Gennaro è tornato alle origini, è il classico trequartista che fa da raccordo, ha anche segnato. Ero indeciso tra lui e Barella e ho puntato sulla voglia di rivalsa di Davide. Mi è piaciuto il pubblico: si sono fatti sentire nel momento di difficoltà. I tifosi per noi sono vitali».

Articolo precedente
Cagliari-Crotone 2-1, il tabellino del match
Prossimo articolo
Cagliari-Crotone, le pagelle dei rossoblu