I pagelloni del Cagliari 2016/17: Miangue

miangue
© foto www.cagliarinews24.com

Arrivato a gennaio dall’Inter come rinforzo per la difesa del Cagliari, Senna Miangue ha collezionato in rossoblù un’infinità di panchine e ben pochi minuti di gioco

Ci sono mezze stagioni che semplicemente non esistono, tanto per adattare al calcio uno dei luoghi comuni più triti. E’ il caso dell’annata capitata a Senna Miangue, che ha provato a trasferirsi dall’Inter al Cagliari per cercare più spazio nel calcio italiano ma non ha avuto fortuna. Se in nerazzurro il suo girone di andata si era concretizzato in soli 123 minuti giocati, basta il dato dei 133 collezionati in rossoblù per certificare la scarsa resa – non l’unica – dell’operazione di mercato invernale. Nel gennaio scorso il club di via Mameli decideva di lasciar partire Bittante (altro oggetto misterioso) e verrebbe da dire che il sostituto è stato all’altezza del compito almeno nel freddo calcolo del minutaggio. Il terzino belga-congolese, classe 1997 e di belle speranze, a Cagliari ha esordito subito dopo il suo arrivo, ma poi è man mano scomparso dai radar e un infortunio alla caviglia non lo ha aiutato. Proprio all’ultima giornata di campionato ha vissuto, nel suo personale derby contro il Milan, la partita più sostanziosa della sua avventura in Sardegna: buona falcata, ma troppo poco per lasciare il segno. Ora sarà compito del nuovo direttore sportivo Giovanni Rossi e dell’allenatore decidere se puntare ancora sul ragazzo o lasciarlo tornare a Milano.

VOTO: sv

Articolo precedente
cigariniCalciomercato Cagliari, ritorno di fiamma per Cigarini
Prossimo articolo
di gennaroI pagelloni del Cagliari 2016/17: Di Gennaro