Nainggolan non ingrana, colpa della sua posizione?

© foto 31-01-2021 Calcio Serie A 2020/2021, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Sassuolo. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: Nainggolan

Il Ninja Radja Nainggolan porta spirito e personalità in campo ma le sue prestazioni non sono brillanti come ci si aspettava

Radja Nainggolan è a Cagliari ormai da un mese. Dopo la nuova e negativa parentesi con l’Inter il Ninja è tornato a indossare la maglia rossoblù con la voglia di portare esperienze, qualità, personalità e soprattutto con l’intenzione di aiutare la sua squadra a uscire da un momento difficile della sua storia. I suoi numeri e le sue prestazioni, però non soddisfano. Dopo aver incantato tutti nella scorsa stagione, il centrocampista belga non sembra più essere ai suoi soliti livelli.

UN NINJA SPENTO? – Il perché è agli occhi di tutti, più che comprensibile. I mesi passati a Milano con soli quarantacinque minuti di gioco sulle gambe, ovviamente, hanno condizionato la sua condizione fisica non eccellente. Un’altra motivazione potrebbe essere legata alla sua posizione in campo. A causa delle tante assenze, nelle prime partite con il Ninja protagonista, il mister Eusebio Di Francesco, ha deciso di non schierarlo a ridosso degli attaccanti, limitando così la sua forza, la sua cattiveria e le sue qualità. Nella partita di domenica contro la Lazio, Radja è tornato nella posizione in cui può fare davvero del male all’avversario ma, nonostante questo, è parso affaticato e in difficoltà rispetto ai match precedenti. Il suo contributo non manca mai, anzi, cerca di trasmettere la sua stessa grinta al resto della squadra senza però sortire gli effetti desiderati. Un’altra grande motivazione è la posizione del Cagliari nella classifica di Serie A: Di Francesco chiede di non darle troppo peso ma quel terzultimo posto, con i rossoblù ormai in solitaria, non può non preoccupare e influire sulla fiducia di un Cagliari che sembra aver paura di lottare per quel che merita. Nainggolan, da solo, non può fare miracoli, ha bisogno del supporto di tutto il suo gruppo. La sua condizione fisica sta lentamente migliorando e, dalle prossime partite, come sottolineato dallo stesso Di Francesco, potrebbe andare in campo un altro Radja: fisicamente pronto e, soprattutto, schierato più vicino alla porta avversaria, lì dove i suoi bolidi diventano illusioni ottiche.

CLICCA QUI PER CONTENUTI VIDEO ESCLUSIVI SUL CAGLIARI!