Mondiali 2018, l’Uruguay di Tabarez rompe il tabù e batte l’Egitto

© foto www.imagephotoagency.it

L’Uruguay allenato dall’ex rossoblù Oscar Tabarez ha battuto per 1-0 l’Egitto (gol al 90′ di Gimenez) sfatando il tabù dell’esordio Mondiale

Buona la prima per l’Uruguay in Russia. La nazionale allenata dall’ex tecnico del Cagliari Oscar Washington Tabarez ha battuto per 1-0 l’Egitto a Ekaterinburg, grazie al gol di testa segnato al 90′ da Jose Gimenez. Dopo gli errori di Suarez e i tentativi a vuoto di Cavani, è servita la rete del difensore dell’Atletico Madrid per rompere la maledizione. Era infatti dal 1974 che l’Uruguay non vinceva la gara inaugurale di un Mondiale. Quarantaquattro anni dopo, la Celeste è tornata al successo all’esordio, conquistando tre punti pesantissimi in vista della qualificazione agli ottavi di finale. Godin e compagni hanno raggiunto in testa al girone A la Russia, che ieri nella prima partita di questa edizione della Coppa del Mondo ha battuto 5-0 l’Arabia Saudita.

CUORE TABAREZ – Per Tabarez è il quarto mondiale della carriera sulla panchina dell’Uruguay, il terzo consecutivo. El Maestro aveva allenato la nazionale del suo paese a Italia ’90. Dopo le esperienze col Boca Juniors e il Peñarol (la nuova squadra di Lopez), è sbarcato in Sardegna, guidando il Cagliari nel 1994/95, dove oggi è ancora ricordato con affetto, nonostante il ritorno amaro del 1999. Dal 2006 è diventato nuovamente ct della Celeste, che ha sempre condotto alla fase ad eliminazione diretta: ottavi nel ’90 (sconfitta per 2-0 contro l’Italia), quarto posto a Sudafrica 2010 e nuovamente ottavi di finale (ai danni dell’Italia) in Brasile nel 2014, perdendo poi con la Colombia. Ci riproverà anche in Russia, dove con i suoi 71 anni è il commissario tecnico più vecchio del torneo. Nemmeno la sindrome di Guillain-Barré, una rara patologia che colpisce il sistema nervoso periferico e che lo costringe ad utilizzare stampelle e sedia a rotelle, ha fermato la sua voglia di allenare. E soprattutto quella di esultare. Al gol di Gimenez si è alzato a festeggiare, come una volta.

Articolo precedente
Zola, ritorno al Chelsea come vice di Sarri?
Prossimo articolo
rafael cagliariRafael, Castan e Farias: numeri dei brasiliani rossoblù sul campo di footvolley – VIDEO