Lopez: «In questi anni il Cagliari è cresciuto tanto. Ora cerchiamo continuità»

lopez cagliari
© foto CagliariNews24.com

Passato e futuro a tinte rossoblù per Diego Lopez. L’allenatore uruguayano promuove il club di Giulini e punta tutto sulla difesa a tre

Da qualche settimana Diego Lopez si è ripreso la panchina del suo Cagliari. Lo ha fatto a più tre anni dall’esonero. Era l’aprile 2014, i rossoblù giocavano in un Sant’Elia a capienza ridotta, e alla presidenza del club c’era Massimo Cellino. Il Cagliari è cambiato tanto in un così breve lasso di tempo. Crescita sottolineata dal Jefe in un’intervista a L’Unione Sarda«Il presidente, la programmazione, lo stadio provvisorio ma anche quello che verrà. Il centro sportivo di Assemini è più completo, poi i due store. Tutte cose apparentemente piccole che hanno trasformato il Cagliari. In positivo».

IL RITORNO A CAGLIARI – In questo triennio Lopez è maturato come tecnico. «Non so se sono cambiato, sicuramente sono cresciuto e ho fatto tesoro delle esperienze, sia quelle positive che negative». I modelli dell’uruguayano sono Giampaolo e Allegri, ma ha lasciato il segno nel suo percorso di crescita anche l’attuale ct azzurro Ventura. Al suo ritorno in Sardegna, Lopez ha scelto di mettere da parte il 4-3-1-2, puntando invece sulla difesa a tre. «Guardo al presente e lavorando in questo modo sono arrivati i risultati. E anche quando abbiamo perso, le prestazioni sono state costruttive». Il suo Cagliari ora non vuole fermarsi: domenica si torna in campo contro l’Udinese. «Vogliamo cercare la continuità. Dobbiamo avere la mentalità per far male a qualsiasi squadra, ovunque». Pochi dubbi infine quando gli chiedono di fare il nome di un rossoblù simile al Lopez giocatore. «Forse Pisacane, per caratteristiche tecniche ma anche caratteriali».

Articolo precedente
pisacane calciomercato cagliariPisacane: «Addolorato per l’esonero di Rastelli. Io come Lopez? Mi fa piacere»
Prossimo articolo
Cagliari, il ds Rossi in Brasile: possibile amichevole con il Cruzeiro