Latina-Cagliari, i numeri della sfida del Francioni

© foto www.imagephotoagency.it

Sfida amarcord quella che andrà in scena questo pomeriggio al Francioni per la 26^ giornata del campionato di Serie B. Latina Cagliari tornano infatti ad affrontarsi in terra laziale a distanza di 65 anni dall’ultima volta: era il campionato di Serie C 1 1950/51 e i padroni di casa si imposero per 3-1 (rossoblu che si vendicarono in Sardegna con un netto 4-1). Laziali vittoriosi (2-1) anche nell’altro precedente in terra pontina, risalente alla stagione 1949/50, sempre in Serie C.

 

LATINA – Tempi diversi rispetto ad allora, oggi si affrontano due tra le formazioni più in forma del campionato di Serie B. Il Latina è infatti la squadra che in questo avvio di 2016 ha conquistato più punti di tutti, insieme al Pescara: ben 10 nelle prime 4 gare del girone di ritorno, grazie ai successi su NovaraTrapani Pro Vercelli, e al pareggio esterno di Ascoli. Un exploit che ha consentito alla squadra di Somma di portarsi dal 18° posto alla sosta natalizia, in piena zona playout, al 13° posto occupato attualmente, a -3 dai playoff. Un’inversione di marcia certificata anche dalla ritrovata solidità difensiva: i nerazzurri, infatti, non subiscono gol da 266′. L’ultima rete incassata è quella firmata da Scozzarella su rigore al 4′ della sfida con il Trapani dello scorso 23 gennaio. Da allora si contano i restanti 86′ di quella sfida, più le intere gare contro Pro Vercelli (1-0) e Ascoli (0-0). Nerazzurri che hanno però il loro punto debole nelle riprese: dopo 25 giornate è infatti la formazione cadetta che ha perso più punti nei secondi tempi rispetto ai propri risultati nei primi 45′, con un saldo negativo di 7 punti. 

 

CAGLIARI – Dall’altra parte, un Cagliari che nonostante la sconfitta sul campo del Crotone si è ripresa la vetta della classifica a suon di vittorie: ben 6 nelle ultime 7 partite disputate a cavallo tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, con una differenza reti di +9 (11 gol fatti, 2 subiti) a sancire la superiorità della squadra di Rastelli. Altri numeri che certificano la capacità dei rossoblu di colpire con tanti uomini, 15 quelli andati a segno finora che ne fanno una vera e propria cooperativa del gol, e in diversi frangenti della partita. Il Cagliari è infatti la squadra pià prolifica in 4 distinti momenti di gara: 6 i gol realizzati dal 1’ al 15’ (primato condiviso con Cesena, Crotone ed Avellino); 10 quelli segnati dal 16’ al 30’ e dal 31’ al 45’ recuperi inclusi, dove i rossoblu vantano il primato in solitario; infine 12 centri dal 76’ al 90’ inclusi recuperi, anche in questo caso primato solitario.

 

TECNICI – Se Latina e Cagliari si ritrovano a distanza di tanti anni, per Mario Somma e Massimo Rastelli si tratta del primo confronto ufficiale. Sono invece 2 i precedenti del tecnico laziale contro il Cagliari, uscito sempre vittorioso dalle sfide con i rossoblu: il primo risale alla Serie A 2005/06 quando alla guida dell’Empoli si impose per 3-1 tra le mura amiche; il secondo alla Coppa Italia 2006/07, 1-0 alla guida del Brescia. Sono invece 11 i precedenti di Rastelli contro il Latina, tra BrindisiPortogruaroAvellino Cagliari: bilancio quasi in equilibrio, con 3 vittorie, 4 pareggi – tutti per 1-1 – e 4 successi nerazzurri. In terra pontina, però, le squadre dell’attuale tecnico rossoblu hanno sempre lasciato la porta aperta: sono infatti 10 i gol incassati in 5 incontri, una media di 2 reti subite a partita. 

 

Articolo precedente
Latina-Cagliari, le probabili formazioni
Prossimo articolo
Cagliari, Giannetti a caccia della presenza numero 100 in Serie B