Joao Pedro e l’idroclorotiazide: cos’è e i precedenti nel mondo dello sport

joao pedro cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Il trequartista brasiliano del Cagliari Joao Pedro è risultato positivo all’idroclorotiazide: i precedenti nel mondo dello sport

Joao Pedro è stato trovato positivo all’idroclorotiazide. Non una, ma ben due volte. Il brasiliano non ha superato il test antidoping né contro il Sassuolo né contro il Chievo Verona. Tutto nel giro di nemmeno una settimana. E la notizia non ha lasciato certo indifferente l’ambiente e la società. Il giocatore è stato sospeso in via cautelare.

COS’È – L’idroclorotiazide di per sé non è una sostanza dopante, ma un diuretico. È comunque vietata agli atleti perché potrebbe favorire l’eliminazione di altre sostanze. La Wada (l’Agenzia Mondiale Antidoping) l’ha proibito a partire dal gennaio 2013. Normalmente utilizzato per controllare l’ipertensione e i problemi cardiovascolari, viene spesso usato come agente mascherante di altre sostanze dopanti.

PRECEDENTI – Joao Pedro non è stato il primo e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo a risultare positivo all’idroclorotiazide. Il più recente (giugno 2017) è il caso del River Plate, dove furono trovati positivi al diuretico addirittura tre giocatori: Sebastian Driussi, Lucas Martinez Quarta e Camilo Mayada. Rischiavano una squalifica dai due mesi ai due anni. Driussi è stato ceduto allo Zenit San Pietroburgo e ha continuato a giocare regolarmente, uscendone pulito. Martinez è stato invece squalificato per 6 mesi ed è ritornato in campo a gennaio. Stessa sorte per Mayada, sospeso da luglio fino a febbraio. Nel mondo del tennis, Thomaz Bellucci, brasiliano con chiare origini italiane, è stato squalificato per 5 mesi a partire dallo scorso settembre. Il tennista si è difeso, dicendo che si trattava di un’assunzione involontaria, dovuta alla contaminazione di un integratore. Tornando nel mondo del calcio, il brasiliano Fred, centrocampista dello Shakhtar Donetsk classe 1993, fu squalificato per un anno nel 2015 dopo essere stato trovato positivo con la Seleçao in Cile durante la Copa America.

Articolo precedente
joao pedro cagliari primaveraJoao Pedro, il comunicato del Cagliari: «Venga fatta chiarezza sulla vicenda»
Prossimo articolo
Lazio subito in campo a Formello: testa al Cagliari
  • Piero Milia

    joao pedro , dice pure venga fatta chiarezza!!!!! di cosa che e’ un doppato cronico….