Inter, Spalletti: «Il Cagliari è una squadra organizzata»

spalletti inter
© foto www.imagephotoagency.it

Stamani, ad Appiano Gentile, mister Spalletti ha incontrato i media per la conferenza stampa pre Cagliari-Inter: «Cagliari con molta fisicità davanti»

Questa mattina nel centro sportivo di Appiano Gentile, mister Spalletti ha tenuto una conferenza stampa in vista della trasferta di Cagliari in programma domani. Durante l’incontro con i media il tecnico nerazzurro ha espresso il suo parere sulla sua squadra e sul match che si disputerà alla Sardegna Arena: «A livello di testa stiamo attraversando un buon momento, si vedono le intenzioni future. Questo è un fattore fondamentale. Giocare prima della altre non conta niente, noi dobbiamo essere pronti a giocare quando ci dicono di farlo e onorare i colori che abbiamo addosso. Il Cagliari è una squadra molto organizzata, hanno una grande fisicità davanti e giocarci contro non è mai comodo. Dovremmo tenere più palla».

ICARDI, PERISIC E LAUTARO – L’allenatore dei lombardi si è poi soffermato su alcuni elementi del suo club, tra i quali anche Mauro Icardi, ormai oggetto di numerosi rumors: «Icardi? Sono già state dette molte cose. Si è espresso Marotta, si era espresso Zhang. Io da qui in avanti parlo di chi c’è. Non ne parlerò più». «Perisic, come l’anno scorso, non stava passando un buon periodo ma sembra si stia riprendendo. Dal mio un punto di vista anche se non fa una bellissima prestazione a vederlo da fuori, se lo guardi nei dettagli vedi che magari ha sbagliato qualche passaggio di troppo ma che ha fatto ugualmente dei rientri importanti. Per me è un calciatore forte, affidabile sotto tutti gli aspetti, un calciatore da Inter. Lautaro sta facendo quello che mi aspettavo, si sta disimpegnando molto bene, nell’ultima partita ha fatto vedere due o tre numeri dei suoi, ha saltato l’uomo nello stretto, è riuscito a far salire la squadra, ha puntato la linea difensiva da solo e ha tante qualità da mettere a disposizione della squadra. Questa responsabilità l’ha gestita bene, sta crescendo in maniera imponente sia come partite giocate sia come comportamento negli allenamenti come punto di riferimento offensivo. I suoi compagni si fidano di lui», ha proseguito Spalletti.

BROZOVIC, VECINO, NAINGGOLAN E KEITA – Altri quattro giocatori nominati durante l’intervista son stati Brozovic, VecinoNainggolanKeita: «BrozovicVecino sono completi, perfetti per giocare insieme in quei ruoli. Uno è più bravo a fare l’incursore, a tirare in porta, a colpire di testa, Brozovic tra i due è quello che costruisce più l’azione dal basso ma sa anche andarla a chiudere. Ci sono ancora dei calciatori che possono fare meglio di quanto fatto fino ad ora, uno di questi è Nainggolan ma per come lo conosco so che ha altre qualità da far vedere. Keita bisogna vederlo giornalmente come migliora con gli allenamenti. Ci sono stati passi in avanti e io spero nel giro di un paio di partite di averlo a disposizione».