Il Pagellone di Cn24 – Albin Ekdal

© foto www.imagephotoagency.it

Albin Ekdal è senza dubbio una delle rivelazioni della stagione del Cagliari. Insieme a Rossettini, lo svedese è stato infatti una delle piacevoli sorprese del campionato dei rossoblù. Giunto a Cagliari nell’estate 2011, dopo una prima stagione in cui veniva spesso impiegato da Ficcadenti come alternativa a Dessena e Nainggolan, riuscendo comunque a racimolare 30 presenze e 1 gol, in questa stagione il ragazzo di Stoccolma si è via via conquistato il posto da titolare nel centrocampo rossoblù a suon di prestazioni convincenti.

Per caratteristiche, infatti, Ekdal è un elemento che si completa perfettamente con gli altri interpreti della mediana a tre del Cagliari, vale a dire Conti e Nainggolan. La sua abilità tecnica e la sua duttilità gli permettono di essere utilizzato nel ruolo di interno sia a destra che a sinistra, ma all’occorrenza è in grado di disimpegnarsi bene anche in regia e addirittura da trequartista, esperimento riuscito alla penultima di campionato contro la squadra che l’ha portato in Italia, la Juventus, dove tra l’altro ricopriva proprio quel ruolo.

Oltre alle qualità tecniche, l’ottimo campionato dello svedese è dovuto anche allo straordinario rendimento tenuto per gran parte della stagione, rivelandosi così uno degli elementi più continui dell’intera rosa e raccogliendo anche quest’anno 31 presenze e 1 gol, alla seconda giornata contro l’Atalanta nella prima gara disputata a Is Arenas a porte chiuse. A coronamento della splendida stagione, ieri è giunta anche la notizia della sua convocazione in nazionale.

Voto: 7 Giocatore poco appariscente ma di grande sostanza, abbina quantità e qualità, alternando doti di interdizione a quelle di costruttore della manovra. Si integra a meraviglia con i compagni di reparto e stupisce per la continuità di rendimento. Il giudizio sarebbe potuto essere più elevato se il suo contributo in fase realizzativa fosse stato maggiore, ma a sua discolpa occorre dire che il tipo di gioco adottato quest’anno dal Cagliari non favoriva gli inserimenti dei centrocampisti. Prezioso.

Futuro: Se riesce ad essere più incisivo anche in fase realizzativa sfruttando gli inserimenti, altra dote che non gli manca, può diventare uno dei centrocampisti più forti dell’intero campionato. Non a caso Fiorentina e Lazio hanno messo gli occhi su di lui, ma la prossima stagione, salvo sorprese, sarà ancora a Cagliari per cercare di confermarsi ad alti livelli.

Articolo precedente
Pedullà: Nainggolan aspetta Allegri
Prossimo articolo
Astori, Benitez studia i video del difensore rossoblù