Connettiti con noi

Avversari

Fiorentina, Iachini: «Punto importante. Vi spiego la battuta di ieri»

Pubblicato

su

Beppe Iachini ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la partita contro il Cagliari. Le parole del tecnico della Fiorentina

Beppe Iachini ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la partita contro il Cagliari. Queste le parole del tecnico della Fiorentina.

PRESTAZIONE – «Noi siamo venuti qui per cercare di vincere, poi davanti avevamo un avversario di qualità. Ne è venuta fuori una partita tattica e poco divertente. Probabilmente abbiamo sbagliato sul piano e tecnico e di conseguenza non abbiamo costruito molto. Sul piano della concertazione non mi posso lamentare della mia squadra. Abbiamo dato segnali positivi, stiamo giocando ogni tre giorni quindi anche sotto l’aspetto fisico siamo un pò calanti. Sono soddisfatto della mia squadra, è un punto importante».

VLAHOVIC – «Sta facendo il suo percorso di crescita, come deve fare un attaccante. É normale che questo sviluppo sia in crescita dall’anno scorso. É un ragazzo che non si ferma mai, neanche dopo gli allenamenti. Deve continuare così e raccoglierà i suoi frutti».

RITORNO – «In cinque mesi perdi la ripetizione e la cura del dettaglio, in più anche il pathos della classifica. Ma stiamo arrivando alla meta, quando sono tornato c’era tanta paura e tensione, dovevamo risale e nelle ultime partite abbiamo conquistato 9 punti, trovando la serenità giusta verso l’obiettivo. Abbiamo partite difficilI e importanti come quella contro il Napoli, sarà dura ma abbiamo la concertazione giusta».

RIBERY – «Ragazzo straordinario, incitava i compagni ed è sempre vicino alla squadra. É stato un peccato non averlo avuto oggi».

CI RIMETTO LA SALUTE – «Per me che sono stato 6 anni giocatore della Fiorentina, venire ad allenarla non è una cosa da tutti i giorni. In questo senso c’è anche l’aspetto umano quindi la partita, la situazione, la senti ancora di più. C’è una partecipazione emotiva maggiore ovviamente data la mia vicinanza a Firenze».

Advertisement