Cagliari, Giulini: «Pronti all’appuntamento con la storia»

giulini
© foto CagliariNews24.com

Cagliari, Giulini alla vigilia del campionato del centenario rossoblù: dalle grandi mosse di calciomercato alle conferme di Carli e Maran, passando per le ambizioni della squadra

Il Cagliari si prepara all’esordio in campionato. Domani sera la squadra di Maran riceverà il Brescia alla Sardegna Arena nella prima di Serie A, giornata che aprirà il campionato del centenario dei rossoblù. In una lunga intervista rilasciata a L’Unione Sarda, il patron Tommaso Giulini ha fatto il punto della situazione. Dal torneo ormai alle porte al sorprendente calciomercato portato avanti dal club, passando per le ambizioni della squadra: ecc le parole del presidente degli isolani.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

CALCIOMERCATO – «Il nostro lavoro sul mercato è frutto della programmazione di questi anni, siamo arrivati a questo appuntamento con la storia e siamo riusciti a farci trovare pronti. Nainggolan? E’ una storia bellissima, oltre che un’opportunità colta al volo: è un giocatore determinante in campo e nello spogliatoio, ci aiuterà a vincere molte partite. E sulle uscite: «Siamo tanti, qualcuno dovrà uscire. Carli sta facendo un ottimo lavoro . E’ stato un uomo davvero importante per me, ci completiamo alla grande». E su Maran: «E’ il nostro valore aggiunto, sono sicuro che lo dimostrerà nel corso di tutta la stagione, anche nei momenti difficili che potremmo vivere».

LE RIVALI ROSSOBLU – Dopo l’allestimento di una squadra competitiva, Giulini alza l’asticella. La salvezza resta l’obiettivo primario, ma il patron non nasconde l’ambizione di lottare stabilmente contro piazze di valore: «Le rivali del Cagliari sono piazze importanti come Genova, Bologna, Firenze, squadre ricche come il Sassuolo, quelle con cui abbiamo corso per il decimo posto, che purtroppo non è arrivato nel passato campionato. Lo stesso Torino, che ha fatto tanto bene e col quale spero di port competere più da vicino».

L’AVVIO DI CAMPIONATO – Meglio un successo contro il Brescia o il colpaccio alla seconda giornata contro l’Inter? Giulini non ha dubbi: «Un colpo contro l’Inter. Ma la partita contro il Brescia è importante perchè sfida salvezza da vincere con la giusta umiltà, senza piacersi troppo. Sporchi e cattivi».