Foggia: «Bei ricordi a Cagliari, ma per noi ogni gara è l’ultima spiaggia»

cagliari benevento highlights
© foto CagliariNews24.com

L’ex rossoblù Pasquale Foggia, oggi nell’organigramma del Benevento, ricorda i tempi di Cagliari ma pensa alla classifica e sprona i suoi a cercare i tre punti

Cinque gol in trentatré presenze nella stagione 2007/2008 raccontano tanto ma non tutto dell’avventura vissuta da Pasquale Foggia in maglia rossoblù. Quell’annata portò al fantasista quattro reti su rigore e una su azione, con l’appendice di un battibecco con l’allora compagno di squadra Marchini che occupò a lungo le pagine extracalcistiche dei giornali. Nella memoria dell’ex giocatore, oggi responsabile del vivaio del Benevento e collaboratore in sede di mercato, resta però il sorriso. Intervistato da Ottopagine.it, Foggia ricorda con piacere la piazza rossoblù: «Mi ha dato davvero tanto. Grazie a quella stagione ho avuto la possibilità di affermarmi in serie A e di assaporare la Nazionale. Ho bei ricordi e sono felice di ritrovare il Cagliari domenica, anche perché tutti coloro che compongono lo staff tecnico sono stati miei compagni di squadra».

In vista di domenica però non c’è spazio per le nostalgie, contano solo i punti e tutte e due le squadre hanno bisogno di fare risultato: «Sarà una partita importantissima per entrambe – prosegue Foggia –  Il Cagliari rischia grosso a causa dei recenti risultati negativi e noi ci troviamo in una posizione difficile. Giocando in casa abbiamo l’obbligo di provare a vincere a tutti i costi. La sconfitta di Firenze è stata dura da digerire, ma il nostro campionato è stato sul filo del rasoio dall’inizio, quindi sono situazioni che viviamo spesso. Sappiamo che ogni gara può rappresentare l’ultima spiaggia, ma fino a quando non arriverà il verdetto della matematica proveremo a ottenere il massimo».

Articolo precedente
portieri cagliari deiCagliari, doppia seduta ad Assemini: Cragno verso il recupero
Prossimo articolo
giuliniAstori, il ricordo di Giulini: «Il rinnovo fu un gesto d’amore per il Cagliari»