Fiorentina-Cagliari, le pagelle

rafael cagliari
© foto www.cagliarinews24.com

Le pagelle di Fiorentina-Cagliari, gara vinta 1-0 dai viola grazie al gol di Kalinic in pieno recupero

Il Cagliari crolla nel finale a Firenze. La Fiorentina la spunta in pieno recupero grazie al gol di Kalinic che nega ai rossoblù il terzo risultato utile consecutivo in trasferta. Ecco le pagelle dei rossoblù:

Rafael 6,5: Solo la rete di Kalinic in pieno recupero gli nega la seconda partita stagionale senza prendere gol. Fa notare la differenza con il connazionale Gabriel, mostrando sicurezza in ogni occasione e compiendo più di una parata straordinaria.

Isla 5,5: Ritorna a fare il terzino e garantisce la solita spinta offensiva, ma lasciando praterie a Tello sulla sua fascia.

Pisacane 6: Soffre la fisicità e gli inserimenti di Kalinic nel primo tempo. Si comporta meglio nella ripresa.

Bruno Alves 5: Tanti errori per il centrale portoghese che giganteggia meno del solito in difesa e si perde Kalinic in occasione del decisivo gol dell’1-0.

Murru 6: Primo tempo sufficiente per il terzino selargino, costretto a restare negli spogliatoi per un un problema fisico (dal 46′ Miangue 5,5: In continua difficoltà contro Chiesa).

Ionita 6: Gioca più vicino alla porta, recuperando comunque la solita infinita quantita di palloni (dall’85’ Padoin s.v.).

Tachtsidis 6: Dà ordine al centrocampo dei rossoblù, dando quantità e smistando bene il pallone.

Dessena 6,5: Se il Cagliari mette in difficoltà il centrocampo viola è merito anche del capitano rossoblù, fresco di rinnovo di contratto.

Barella 6: Più impreciso del solito, ma comunque sufficiente. Al 90′ – poco prima del gol di Kalinic – ha la possibilità di segnare il gol partita dopo una cavalcata palla al piede dalla sua metà campo, ma calcia al lato.

Joao Pedro 5,5: Il brasiliano fa tanto lavoro sporco in fase di non possesso, ma non riesce a creare alcun tipo di pericolo per la difesa viola (dal 73′ Sau 6: Sfortunato in occasione del palo colpito di testa su un cross perfetto di Borriello).

Borriello 6,5: Pronti via e dal nulla si costruisce dal nulla due palle gol per portare in vantaggio i rossoblù. Nella ripresa con un controllo di petto e un tiro al volo di sinistro sfiora nuovamente la rete.

Rastelli 6,5: A Firenze abbandona la difesa a 3 vista contro l’Inter. Il 4-3-2-1 – con Joao Pedro e Ionita alle spalle di Borriello – regge difensivamente. L’atteggiamento della squadra è giusto, anche tatticamente. Questa volta però il tecnico è sfortunato perché dopo aver sfiorato la vittoria si vede ancora una volta beffato nel finale dal gol di Kalinic.

Le pagelle della Fiorentina:

Tatarusanu 6: Sempre attento sui (pochi) pericoli dei rossoblù.

Tomovic 5,5: Rischia il rosso per un intervento da dietro su Dessena. Esce per infortunio (dal 65′ Sanchez 6: Dalla sua parte arrivano pochi pericoli).

Gonzalo 6: Prestazione sufficiente per il capitano viola.

Astori 6: Buona gara anche per l’ex capitano del Cagliari.

Tello 6,5: Un continuo pericolo sulla fascia sinistra.

Vicino 5,5: Un po’ in ombra l’altro ex di giornata.

Borja Valero 5,5: Partecipa poco alla manovra offensiva viola.

Chiesa 6,5: Il più vivace dei suoi. I compagni lo cercano costantemente sulla destra e non è un caso se la maggior parte delle occasioni viola nascono dai suoi piedi.

Saponara 5: Prestazione opaca dell’ex trequartista dell’Empoli che non riesce mai a rendersi pericoloso (dal 65′ Ilicic 6: Entra per dare più qualità alla trequarti viola).

Bernardeschi 6,5: Inizia bene la gara, sparisce nel secondo tempo (dall’80’ Badelj s.v.).

Kalinic 6: Sbaglia tanto sotto porta, ma si fa perdonare proprio al 90′ quando segna il gol decisivo che regala la vittoria alla Fiorentina.

Sousa 6: La Fiorentina gioca una buona partita ma non riesce a sbloccarla fino al recupero.