Entella, l’ex rossoblù Benedetti: «Il Cagliari ha tanti attaccanti che fanno la differenza»

© foto www.imagephotoagency.it

Sabato alle 15 andrà al Sant’Elia in scena CagliariEntella, gara valevole per la 25^ giornata di Serie B. Il Cagliari è reduce dal successo ad Avellino che, complice lo scivolone casalingo del Crotone, gli ha permesso di ritornare in vetta alla classifica. Arriva da una vittoria anche la sdquadra di Aglietti, che nell’ultimo turno ha superato in casa il Novara portandosi a -1 dalla zona play-off. La gara sarà anche l’occasione di tornare al Sant’Elia per Simone Benedetti, ceduto in prestito ai liguri nell’ultima finestra di mercato. Intervistato da tuttoentella.com, il difensore centrale ha parlato proprio dell’esperienza in Sardegna: «L’anno con Zeman sono partito un po’ in sordina e sono riuscito a guadagnare spazio e a fare le mie discrete presenze facendo buonissime partite. Poi sono andati via a gennaio per rientrare ad agosto dove non ho passato dei bellissimi sei mesi. Devo ringraziare però il mister e i compagni che, pur sapendo che sarei dovuto andare via, mi hanno trattato allo stesso livello e come uno di loro». Messo da parte il passato, Benedetti si è concentrato sulla partita: «Sarà una gara molto difficile, il Cagliari in casa è un’ottima squadra. In casa diciamo che rendono molto di più di quando sono in trasferta e poi hanno un pubblico eccezionale che li spinge tanto. Noi dovremo essere bravi a tenere botta e a sfruttare le occasioni che ci capitano. I giocatori più pericolosi? Sono molti. Davanti poi possiamo dire che sono la ciliegina sulla torta. Ci sono giocatori come Melchiorri, Farias, Joao Pedro, Cerri, Sau, Giannetti, sono tutti ottimi giocatori in attacco che fanno la differenza». 

Articolo precedente
Cagliari-Entella, al Sant’Elia arbitra Di Paolo
Prossimo articolo
Cagliari, allenamento pomeridiano in vista dell’Entella