Cragno: «Nazionale? Sono concentrato sul Cagliari: devo tutto al club»

cragno cagliari
© foto 27-07-2019 Calcio, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Leeds. Foto Gianluca Zuddas. Nella foto: Cragno

Le parole di Alessio Cragno dopo il pareggio tra Cagliari e Lecce. Se la porta rossoblu resta inviolata per la seconda gara di fila il merito è del classe ’94, che oltre al rossoblu non smette di pensare all’azzurro

Ancora una partita da incorniciare per Alessio Cragno, che ha tenuto la porta inviolata per la seconda gara di fila. Il portiere del Cagliari ha parlato ai canali del club dopo il pareggio contro il Lecce: «Sono contento, mi mancavano il campo e le sensazioni della partita. All’inizio si fa fatica poi più passa il tempo, più la situazione torna alla normalità. Se non abbiamo preso gol lo si deve alla partecipazione di tutti per difendere nel miglior modo possibile. Non incassare reti per un portiere è importante, ma serve anche alla squadra per acquisire maggior fiducia. Nazionale? Quello è un sogno nel cassetto, il fatto che abbiano spostato gli Europei di un anno è positivo: mi dà più tempo per lavorare e poter dimostrare di meritare la convocazione. Sinceramente però sto pensando al Cagliari: a questa società devo tutto, mi ha dato fiducia, mi ha fatto esordire in A. Il mio pensiero quindi adesso è concentrato sulla maglia rossoblu».