Cagliari-Lecce 0-0, altro pari senza reti per i rossoblù

© foto 12-07-2020 Calcio Serie A 2019/20, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Lecce. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: Simeone

Cagliari-Lecce, 32ª giornata della Serie A 2019/20: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, tabellino e sintesi

Altra X a reti bianche per il Cagliari. I rossoblù dividono la posta in palio con il Lecce in una gara poco entusiasmante ma ricca di occasioni. Il pareggio non scontenta nè ZengaLiverani: i sardi mettono in cascina un punto che permette di non allontanarsi dal decimo posto, i salentini rendono meno amaro il sorpasso del Genoa oggi vittorioso. Il Cagliari approccia bene la partita nei primi 20 minuti; poi esce fuori il Lecce, che va vicinissimo al gol con Babacar e Saponara. Sul finale i rossoblù si destano dalla catatonia e creano più di un grattacapo ai salentini. Nella seconda frazione il ritmo, calato vertiginosamente, non vieta alle due compagini di avvicinarsi alla rete a più riprese. Dal 45′ al 90′ più Lecce che Cagliari, con i rossoblù che rimediano a una prova grigia con un sussulto d’orgoglio nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!


Cagliari-Lecce, il tabellino

CAGLIARI-LECCE 0-0

Marcatori:

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Mattiello (68′ Faragò), Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Rog, Ionita (68′ Birsa), Nandez; Nainggolan (C) (30′ Ragatzu), Joao Pedro (84′ Pereiro); Simeone. A disposizione: Ciocci, Rafael; Carboni, Ceppitelli, Pisacane; Cigarini, Marigosu; Paloschi. Allenatore: Walter Zenga.

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz, Calderoni (39′ Rispoli); Barak, Petriccione (74′ Deiola), Mancosu (C); Saponara, Falco (32′ Farias); Babacar (74′ Majer). A disposizione: Sava, Vigorito; Dell’Orco, Monterisi, Vera; Shakhov, Tatchtsidis; Rimoli. Allenatore: Fabio Liverani.

Arbitro: Daniele Orsato di Schio.

Ammoniti: 75′ Deiola (L), 89′ Birsa (C).


Cagliari-Lecce, cronaca in diretta e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Il ritmo, calato vertiginosamente, non vieta alle due compagini di avvicinarsi alla rete a più riprese. Nella seconda frazione più Lecce che Cagliari, con i rossoblù che rimediano a una prova grigia con un sussulto d’orgoglio nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

90+4′ – Triplice fischio di Orsato, Cagliari-Lecce termina senza reti.

90′ – Orsato assegna 4 minuti di recupero.

89′ – Secondo giallo della gara, questa volta ai danni di un rossoblù: Birsa atterra Mancosu proiettato in ripartenza e si becca l’ammonizione da parte di Orsato.

86′ – Anche il Lecce prova a portare a casa i 3 punti. Farias anticipa Faragò, avanza e calcia dal limite dell’area, ma Cragno si supera e salva la propria squadra con un intervento da applausi.

84′ – Ultimo cambio per il Cagliari: rifiata un esausto Joao Pedro, entra Gaston Pereiro. Zenga ritocca ulteriormente il modulo del Cagliari, disponendo Ragatzu e il neoentrato alle spalle di Simeone.

83′ – Anche Ragatzu prova a dare un impulso decisivo per il vantaggio rossoblù, ma la sua conclusione centrale è facile preda di Gabriel.

81′ – La squadra di Zenga ha ritrovato una verve insperata e chiude il Lecce nella propria metà campo: Simeone tenta ancora la conclusione dal limite dell’area, ma Gabriel fa buona guardia.

80′ – Altra buona occasione per i rossoblù. Ragatzu crossa dal fondo, ma l’incornata di Simeone viene sporcata da Rispoli.

79′ – Il Cagliari sfiora la rete con Nandez, che oggi pare avere il dono dell’ubiquità. Il charruo, dopo aver recuperato il pallone sulla metà campo, ritrova nuovamente la sfera dentro l’area avversaria e la scaglia di poco alta sulla traversa.

75′ – Neanche il tempo di calcare nuovamente il manto della Sardegna Arena che Deiola rimedia subito un cartellino giallo per aver atterrato Ragatzu con una trattenuta.

74′ – Due cambi per Liverani: escono Babacar e Petriccione, dentro Majer e Deiola. Majer si posiziona sulla trequarti con Mancosu che sale in avanti.

70′ – Secondo coolign break. Ritmi che calano drasticamente e Cagliari in affanno in questo frangente di gara.

68′ – Doppio cambio per il Cagliari: Birsa e Faragò rilevano, rispettivamente, Ionita e Mattiello.

62′ – Zenga cambia disposizione tattica in corso d’opera e ripropone il 4-3-1-2: Mattiello si abbassa sulla linea dei difensori e Lykogiannis si allarga a sinistra, con Nandez che si accentra accanto a Rog e Ionita.

58′ – Azione offensiva del Lecce ai limiti del paranormale: serpentina di Mancosu dentro l’area rossoblù, la palla carambola su più giocatori e finisce sui piedi di Babacar che conclude, Cragno respinge addosso a Mancosu che inspiegabilmente conclude sul palo a porta sguarnita. Il fischio di Orsato per fuorigioco del capitano salentino salva quest’ultimo da una figuraccia.

55′ – Il Lecce va in rete con Saponara, ma Orsato annulla per un fuorigioco evidente.

52′ – Bel cross dalla fascia sinistra di Mattiello incocciato da Paz: la deviazione del difensore argentino, per poco, non si infila nella porta difesa da Gabriel. Corner per il Cagliari.

20:35 – Via al secondo tempo di Cagliari-Lecce, nessun cambio da entrambe le parti durante l’intervallo.

SINTESI PRIMO TEMPO: Il Cagliari approccia bene la partita e gioca in maniera ottima i primi 20 minuti; poi esce fuori il Lecce, che va vicinissimo al gol con Babacar e Saponara. Sul finale i rossoblù si destano dalla catatonia e creano più di un grattacapo ai salentini.

45+5′ – Doppio fischio, il primo tempo di Cagliari-Lecce termina con le reti intonse.

45+3′ – Cagliari vicino al vantaggio. Rimessa laterale di Nandez, la palla viene rimpallata da Barak e arriva a Ragatzu, il rossoblù stoppa alla grande e conclude mancando di poco lo specchio.

45′- Orsato assegna 5 minuti di recupero.

43′ – Grande occasione per il Lecce. Ottimo fraseggio tra Babacar, Mancosu e Saponara con quest’ultimo che sfugge a Klavan, si invola verso la porta e calcia sfiorando il palo.

39′ – Giornata decisamente sfortunata per entrambe le compagini. Calderoni si allunga per anticipare di testa Nandez, poi si accascia lasciando presagire un problema al bicipite femorale. Il terzino salentino è costretto a uscire, al suo posto entra Rispoli.

32′ – Brutto intoppo anche per Liverani: infortunio per Falco, che lascia il posto all’ex Farias.

30′ – Tegola per il Cagliari: Nainggolan, apparso fin da subito sottotono, accusa un problema fisico ed è costretto a uscire dal campo a favore di Ragatzu.

26′ – Orsata ordina il cooling break. Ottimo avvio dei rossoblù ma l’occasione più importante è di marca salentina: il palo colpito da Babacar è un’occasione su cui recriminare.

24′ – Partita frizzante, il Cagliari prova a scrollarsi di dosso il blackout degli ultimi minuti. Mattiello mette in mezzo dalla fascia sinistra, Simeone da ottima posizione non riesce a trovare il guizzo giusto e sfiora soltanto il pallone.

23′ – Ancora Lecce, ancora Cragno: Mancosu crossa dalla destra e trova la testa di Saponara, l’estremo difensore sardo blocca senza troppi problemi.

22′ – Sfuriata dei salentini, che concludono in porta con Saponara: Cragno respinge sui piedi di Babacar, che da due passi colpisce il palo.

21′ – Brivido per i sardi: Lykogiannis prova a controllare un’imbucata di Barak ma liscia clamorosamente, Falco ne approfitta e calcia in porta ma Cragno fa un grande intervento e salva la porta.

18′ – I rossoblù si distendono in proiezione offensiva, Joao Pedro libera Simeone in area ma il Cholito conclude in maniera sbilenca sprecando un’ottima occasione.

15′ – Bell’avvio del Cagliari, che gestisce il pallone e costringe il Lecce a barricarsi nella propria trequarti. Manca però il guizzo decisivo negli ultimi 30 metri.

11′ – Nainggolan mette un gran scavetto per Joao Pedro, il brasiliano è murato da Gabriel ma Orsato ferma tutto per fuorigioco.

10′ – Prima occasione per i rossoblù. Lykogiannis cerca la porta su punizione dai 25 metri, la palla esce di non molto a lato.

5′ – Da registrare una variazione, rispetto a Firenze, nella disposizione in campo dei rossoblù: Nandez gioca esterno di destra, Ionita sulla mediana al fianco di Rog.

19:30 – Fischia Orsato alla Sardegna Arena, è iniziata Cagliari-Lecce. L’undici di Zenga in completo casalingo rossoblù, i salentini in maglia bianca.


Cagliari-Lecce, formazioni ufficiali

Zenga conferma Lykogiannis sulla linea difensiva a discapito di Carboni, Ceppitelli e Pisacane. Di conseguenza Ionita gioca anche oggi a tutta fascia, mentre Nandez va a fare l’interno. Mattiello a piede invertito sulla sinistra, davanti fiducia a oltranza per Joao Pedro e Simeone.

CAGLIARI (3-4-1-2): Cragno; Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Ionita, Nandez, Rog, Mattiello; Nainggolan (C); Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Ciocci, Rafael; Carboni, Ceppitelli, Faragò, Pisacane; Birsa, Cigarini, Marigosu; Paloschi, Pereiro, Ragatzu. Allenatore: Walter Zenga.

Falco vince il ballottaggio con Farias e agirà a sostegno di Babacar coadiuvato da Saponara. In campo gli ex Gabriel, Petriccione e Mancosu. Si accomodano in panchina, tra gli altri, Vigorito, Deiola e Tachtsidis.

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz, Calderoni; Barak, Petriccione, Mancosu (C); Saponara, Falco; Babacar. A disposizione: Sava, Vigorito; Dell’Orco, Monterisi, Rispoli, Vera; Deiola, Majer, Shakhov, Tatchtsidis; Farias, Rimoli. Allenatore: Fabio Liverani.


Pre-partita e probabili formazioni

Zenga non rinuncia a Nainggolan e Joao Pedro, fari dei rossoblù. Rientra l’emergenza nel reparto difensivo, tornano a disposizione Ceppitelli e Carboni: il primo è in vantaggio per un posto da titolare, con Lykogiannis che dovrebbe riappropriarsi della fascia sinistra.

CAGLIARI (3-4-1-2): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan; Mattiello, Nandez, Rog, Lykogiannis; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone. Allenatore: Zenga.

Tanti ex tra i giallorossi: Gabriel, Petriccione, Marco Mancosu e Farias dovrebbero iniziare dal 1′, Rossettini non recupera e non va neanche in panchina. Tra gli indisponibili anche Lapadula, alle prese con una distorsione alla caviglia.

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz, Calderoni; Barak, Petriccione, Mancosu; Saponara, Farias; Babacar. Allenatore: Liverani.


Cagliari-Lecce, la vigilia dei due tecnici

ZENGA – «Le motivazioni? Sono sempre dentro di noi, nelle giornate di lavoro. Cambiare tattica? Se una squadra trova la sua dimensione possono cambiare gli interpreti ma non avrebbe senso stravolgere il sistema nelle 48 ore fra una partita e l’altra. Il Lecce ha fatto buone gare, è una bella squadra allenata molto bene da un ragazzo che conosco per averlo avuto al Palermo. Ci vuole una prestazione di livello da parte nostra. Si giocano tanto, ma avranno anche scontri diretti nel loro percorso. Joao Pedro? Finché cammina gioca. Ho fiducia illimitata in lui, chi lo critica dovrebbe cambiare mestiere. Nainggolan è fondamentale per questa squadra, per intelligenza e tecnica. Pereiro? Se lo convoco vuol dire che sta bene e può giocare. In avanti ho tante alternative».

LIVERANI – «Il Cagliari è stata la vera sorpresa del girone di andata. Ha un organico importante, costruito per fare qualcosa di più della salvezza. Nainggolan è il top player, ma ci sono anche SimeoneJoao PedroNandezRog. È un insieme di giocatori giovani ed esperti. Sono compatti, Zenga li mette bene in campo. Per noi ci sarà da soffrire. Massimo rispetto, ma abbiamo bisogno di fare punti. La vittoria con la Lazio? C’era bisogno della scintilla, ma il fuoco deve essere tenuto vivo. Le partire iniziano ad essere meno, ora ci servono punti».


I precedenti del match

Sarà la sfida numero 16 in terra sarda tra le due compagini: bilancio leggermente a favore dei padroni di casa, che vantano 6 successi contro i 4 dei pugliesi. La prima sfida risale alla stagione di Serie B 1976/77: finì 1-0 per i sardi, ai quali però fu inflitta una sconfitta per 0-2 a tavolino a seguito del lancio di un’arancia dagli spalti che ferì il giallorosso Cannito. La prima vittoria sarda nel 1979, sempre in cadetteria: 5-1 senza diritto di replica. Nel 2012, ad oggi ultimo incrocio tra le due compagini, fu il Lecce a portare via il bottino pieno: l’1-2 porta le firme di MurielLarrivey e Bertolacci.

Giocate: 15 | Vittorie: 6 | Pareggi: 5 | Sconfitte: 4
Gol Fatti: 19 | Gol Subiti: 12

L’arbitro del match

La partita tra Cagliari e Lecce sarà diretta dall’arbitro Daniele Orsato della sezione di Schio. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Manganelli e Giallatini, mentre quarto ufficiale sarà Fourneau. In qualità di addetti al VAR sono stati designati Pairetto e Lo Cicero.

I PRECEDENTI – Sono quindici i precedenti del signor Orsato con il Cagliari in Serie A, per un bilancio che fa registrare quattro vittorie rossoblù, un solo pareggio e ben dieci sconfitte. Il trend è in crescita nonostante il dato generale: negli ultimi due incroci la fortuna ha sorriso ai sardi, vittoriosi la scorsa stagione contro il Genoa e due anni fa a Crotone. Cinque i precedenti di Orsato con il Lecce in Serie A: due vittorie e tre sconfitte per i salentini.


Cagliari-Lecce, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match tra Cagliari Lecce rientra tra i sette di giornata che verranno trasmessi da Sky. Le restanti tre partite del turno andranno in onda su DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. La gara della Sardegna Arena sarà trasmessa alle 19:30 in diretta tv su Sky Sport ed in pay-per-view su Now TV. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma Sky Go, disponibile per pc, smartphone e tablet.