Il Cagliari che verrà: come cambia la difesa senza Isla

rastelli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Senza Isla, cambia la difesa del Cagliari. Il terzino destro, in attesa di eventuali rinforzi, sarà Simone Padoin – 24 luglio

A cambiare la formazione tipo del Cagliari 2017/18, questa volta, non è un rinforzo, ma una cessione. Senza Mauricio Isla, trasferitosi al Fenerbahce, resta il vuoto sulla fascia destra difensiva. Nelle prime amichevoli di precampionato, su quella fascia, si sono alternati Simone Padoin e Paolo Faragò. In attesa di capire se la società interverrà sul mercato, Massimo Rastelli al momento ha preferito adottare questa soluzione e sia lui che i due giocatori si ritengono soddisfatti. Il titolare dovrebbe essere il Talismano che comporrà il quartetto difensivo con Fabio Pisacane, il nuovo rinforzo Marco Andreolli e Senna Miangue, acquistato a titolo definitivo. Padoin inoltre potrebbe giocare come esterno a tutto campo anche in un 3-5-2, ma lo stesso potrebbe fare Faragò, visto che nasce come centrocampista.

CAGLIARI (4-3-1-2): CRAGNO; Padoin, Pisacane, ANDREOLLI, MIANGUE; Ionita, CIGARINI, Barella; Joao Pedro; Sau, Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (4-2-3-1): CRAGNO; Padoin, Pisacane, ANDREOLLI, MIANGUE; Ionita, Barella; Joao Pedro, Sau, Farias; Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (3-5-2): CRAGNO; Pisacane, ANDREOLLI, Capuano; Padoin, Ionita, CIGARINI, Barella, MIANGUE; Sau, Borriello. All. Rastelli.

A cinque giorni dall’apertura ufficiale del calciomercato sono tre i colpi in entrata dei sardi: l’ultimo è Marco Andreolli – 8 luglio

Dopo Miangue e Cigarini è Andreolli il terzo acquisto del Cagliari e del nuovo ds Giovanni Rossi. Il difensore centrale classe ’86 arriva alla corte di Rastelli a parametro zero e sopperirà alla partenza di Bruno Alves. Il club, da tempo alla ricerca del sostituto del portoghese, si assicura così un centrale navigato che vanta anche qualche presenza in campo internazionale. Sarà lui a guidare il reparto arretrato, presumibilmente in coppia con Pisacane. L’intenzione del sodalizio isolano è quella di trattenere i big e rinsaldare la rosa nei ruoli carenti con innesti di sicura affidabilità e giovani di prospettiva, ma si lavora anche in uscita: dei 32 elementi convocati per il ritiro di Pejo parecchi sono destinati verso altri lidi. Con la valigia in mano Balzano, Ibarbo e Capello: i tre, rientrati dai rispettivi prestiti, non sono neanche stati inseriti nella lista dei giocatori che oggi hanno raggiunto San Donato Milanese.

CAGLIARI (4-3-1-2): CRAGNO; Isla, Pisacane, ANDREOLLI, MIANGUE; Ionita, CIGARINI, Barella; Joao Pedro; Sau, Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (4-2-3-1): CRAGNO; Isla, Pisacane, ANDREOLLI, MIANGUE; Ionita, Barella; Joao Pedro, Sau, Farias; Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (3-5-2): CRAGNO; Pisacane, ANDREOLLI, Capuano (Ceppitelli); Isla, Ionita, CIGARINI, Barella, MIANGUE; Sau, Borriello. All. Rastelli.

Il calciomercato è ufficialmente iniziato, ecco come sarà la formazione tipo del Cagliari con i nuovi acquisti: Cigarini in regia, Miangue sulla sinistra – 1 luglio

Il calciomercato è iniziato ufficialmente oggi e il Cagliari ha già messo a segno i primi colpi. Nell’operazione Nicola Murru alla Sampdoria, i blucerchiati hanno girato al club di Giulini il regista Luca Cigarini. Con ogni probabilità Massimo Rastelli affiderà a lui le chiavi del centrocampo che, dopo le partenze di Di Gennaro (svincolato) e Tachtsidis (fine prestito e ora all’Olympiakos), necessitava di un regista. La porta della squadra 2017/18 sarà affidata ad Alessio Cragno, ritornato in Sardegna dopo l’ottima stagione disputata in Serie B con il Benevento, in cui è stato eletto miglior portiere del campionato e ha festeggiato la promozione ai playoff. Al momento l’unica novità in difesa è l’acquisto a titolo definitivo di Senna Miangue. Il terzino belga, in prestito dall’Inter nella seconda metà della stagione appena conclusa, è chiamato a sostituire proprio Murru. Nel canonico 4-3-1-2, che all’occorrenza può diventare un 4-3-2-1, non ci sarebbero grandi variazioni, con Joao Pedro trequartista alle spalle della coppia Sau-Borriello. Se Rastelli decidesse di provare il 4-2-3-1 visto nelle ultime partite di campionato, allora Cigarini dovrebbe giocarsi il posto con uno tra Ionita e Barella in mezzo al campo. In un ipotetico 3-5-2 troverebbe spazio in difesa Salamon, con Isla e Miangue che scalerebbero sulle fasce di centrocampo pronti a dare copertura e trasformare la difesa a 3 in difesa a 5. Ecco le possibili formazioni tipo del Cagliari 2017/18:

CAGLIARI (4-3-1-2): CRAGNO; Isla, Pisacane, Capuano (Ceppitelli), MIANGUE; Ionita, CIGARINI, Barella; Joao Pedro; Sau, Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (4-2-3-1): CRAGNO; Isla, Pisacane, Capuano (Ceppitelli), MIANGUE; Ionita, Barella; Joao Pedro, Sau, Farias; Borriello. All. Rastelli.

CAGLIARI (3-5-2): CRAGNO; Pisacane, Salamon, Capuano (Ceppitelli); Isla, Ionita, CIGARINI, Barella, MIANGUE; Sau, Borriello. All. Rastelli.

Articolo precedente
Giulini celebra Aru: «Il futuro è tuo»
Prossimo articolo
Scontri Brescia-Cagliari, Daspo per due ultras