Cagliari-Spezia, i numeri della sfida del Sant’Elia

© foto www.imagephotoagency.it

Cagliari Spezia si affrontano questo pomeriggio al Sant’Elia per la 34^ giornata del campionato di Serie B. Per i rossoblu è l’occasione per tornare alla vittoria tra le mura amiche dopo le due sconfitte consecutive rimediate nelle ultime due uscite casalinghe contro Novara e Perugia, i liguri invece cercano un risultato positivo per consolidare la posizione in vista dei playoff promozione.

 

PRECEDENTI – Le due squadre si ritrovano a distanza di 53 anni dall’ultimo confronto in campionato, nella Serie C 1961/62, mentre l’ultima sfida in assoluto è decisamente più recente e risale alla Coppa Italia 2012/13, vinta dai rossoblu con il risultato di 2-1. In totale sono 8 le sfide disputate in Sardegna, con un bilancio decisamente positivo in favore dei padroni di casa con 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, 12 gol realizzati e 7 subiti. Tutti i precedenti tra le due squadre sono abbastanza datati, con ben 4 incroci nel campionato di Serie B tra il 1931 e il 1935, data dell’ultimo successo rossoblu, un netto 3-0 firmato Bonello, Subinaghi e Lombatti.

 

CAGLIARI – I rossoblu arrivano alla sfida odierna dalla doppia vittoria in trasferta su Vicenza e Modena che ha messo fine alla mini crisi dei rossoblu a cavallo tra febbraio e marzo. In casa, invece, la squadra di Rastelli arriva dalle due sconfitte consecutive con Novara Perugia, che hanno interrotto un cammino fino ad allora da autentica schiacciasassi al Sant’Elia. Tra le mura amiche il Cagliari è a secco di gol da 203′, l’ultima rete rossoblu è infatti l’autogol di Lapadula nella sfida vinta sul Pescara del 20 febbraio scorso. Occhio però a Diego Farias e Marco Sau: i due attaccanti arrivano da prestazioni non certo eccelse, ma hanno deciso la vittoria in rimonta sul Modena di sabato scorso con due reti in pieno recupero. Soprattutto per Pattolino, reduce da un periodo tutt’altro che positivo tra infortuni e ricadute, il gol potrebbe essere il segnale della svolta. Il Cagliari, d’altra parte, è letale nei minuti di recupero: sono ben 16 le reti messe a segno dai rossoblu tra il 76′ e il 90′ inclusi i recuperi, numeri che hanno fruttato ben 11 punti guadagnati rispetto alle proprie prestazioni nei primi tempi. 

 

SPEZIA – Gli aquilotti sono reduci dalla deludente sconfitta interna contro il Trapani che ha interrotto l’imbattibilità nel girone di ritorno e una striscia positiva di ben 11 risultati utili consecutivi, frutto di 7 vittorie e 4 pareggi, 17 gol fatti e appena 5 subiti. Numeri che valgono allo Spezia di Mimmo Di Carlo il primato assoluto nel girone di ritorno con 25 punti conquistati: un cambio di passo notevole rispetto al rendimento in picchiata sul finire del girone d’andata, con ben 4 sconfitte consecutive nell’ultimo mese dell’anno. Lontano dal Picco, inoltre, i liguri sono ancora imbattuti nel 2016, con l’ultima sconfitta esterna risalente al 3-0 di Ascoli del 27 dicembre scorso, mentre le 5 trasferte del nuovo anno hanno fruttato 3 vittorie e 2 pareggi. 

 

TECNICI – Primo confronto ufficiale tra i due tecnici Massimo Rastelli e Mimmo Di Carlo. Per l’allenatore rossoblu si tratta invece della nona sfida contro lo Spezia: score positivo negli 8 precedenti, con 5 vittorie, 3 pareggi e nessuna sconfitta. In casa Rastelli sono appena 3 gli incroci, con un bilancio di 1 vittoria e 2 pareggi, mentre a La Spezia sono ben 3 le vittorie consecutive, 2 alla guida dell’Avellino nel campionato scorso tra stagione regolare e spareggio promozione, oltre al netto 3-0 nella sfida d’andata. Per Di Carlo sono invece ben 13 i precedenti contro il Cagliari, con un bilancio in leggero vantaggio fatto di 4 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte. L’ultimo incrocio risale alla scorsa stagione quando il tecnico sedeva sulla panchina del Cesena: rossoblu e romagnoli sarebbero retrocessi a braccetto al termine del campionato, ma nel doppio confronto il Cagliari centrò la vittoria, 2-1 al Sant’Elia e 0-1 al Manuzzi grazie alla firma di Marco Sau. 

 

 

 

 

 

Articolo precedente
Cagliari-Spezia, le probabili formazioni
Prossimo articolo
Serie B, 34^ giornata: Bari-Cesena il match clou, sfide importanti in zona salvezza