Cagliari, Vicario e non solo: il punto sui rossoblù in prestito

Vicario Cagliari Perugia
© foto www.imagephotoagency.it

Da Despodov e Romagna a Vicario e Caligara fino ai tre olbiesi: il punto sui giocatori del Cagliari in prestito

Sono 12 i giocatori di proprietà del Cagliari ceduti in prestito a società professionistiche, escludendo i prestiti con obbligo di riscatto (Barella e Han). In questo avvio di stagione, alcuni hanno incontrato difficoltà ad imporsi nelle rispettive squadre, altri invece stanno rendendo secondo aspettative.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Serie A

Filippo Romagna (Sassuolo): 0 minuti e 0 presenze. Il promettente difensore classe 1997 deve ancora esordire con la maglia del Sassuolo, dopo che la società rossoblù ha deciso di cederlo in prestito con diritto di riscatto ai neroverdi nell’ultimo giorno di mercato.

Marko Pajac (Genoa): Sta andando meglio l’avventura genoana di Pajac, in campo in 5 partite su 7. Considerando che nella prima giornata doveva scontare una squalifica dalla passata stagione, il croato è sempre sceso in campo tranne che nella gara con l’Atalanta. Si alterna con l’ex rossoblù Barreca. A Cagliari ha giocato 90′, così come nell’ultima giornata contro il Milan. La squadra però non sta brillando e Andreazzoli, che l’ha allenato anche a Empoli, è ad un passo dall’esonero.

Diego Farias (Lecce): Anche il Lecce arranca in classifica, con soli 6 punti. Il brasiliano, che in caso di salvezza dei salentini sarà riscattato obbligatoriamente, si è fatto perdonare il rosso rimediato alla prima giornata per un fallaccio sull’ex compagno Barella, segnando la gioranta successiva nella vittoria di Torino. Ha siglato anche un assist contro il Napoli nella sconfitta per 4-1. Fermato da un problema agli adduttori, è rientrato nell’ultimo turno giocando poco più di mezz’ora nella sconfitta per 3-1 con l’Atalanta.

Prva HNL (Croazia)

Filip Bradaric (Hajduk Spalato): Tornato a casa, il centrocampista croato ha forse ritorvato la giusta serenità. Sicuramente ha nuovamente il posto da titolare, avendo giocato tutte le partite da quando ha rivestito nuovamente la maglia dell’Hajduk. Non è bastato tuttavia per riconquistare la Nazionale.

Bundesliga (Austria)

Kiril Despdoov (Sturm Graz): 4 assist in 5 partite, tra campionato e coppa. In Austria, il bulgaro sembra aver trovato la sua dimensione.

Jupiler Pro League (Belgio)

Senna Miangue (Standard Liegi): Come nella passata stagione, fatica ad imporsi nelle gerarchie della formazione belga. Finora è andato al massimo in panchina, in campionato e in Europa League.

Serie  B

Guglielmo Vicario (Perugia): Preso dal Venezia e girato subito al Perugia, si sta imponendo tra i migliori portieri del campionato cadetto. In 7 partite ha subito 7 gol, mantendo la porta inviolata in 3 circostanze, ultima giornata con il Pisa compresa.

Fabrizio Caligara (Venezia): Il centrocampista classe 2000 ha giocato finora solamente due partite, contro Cremonese e Pisa. Ci si aspetta qualcosa di più.

Damir Ceter (Chievo): Il gigante colombiano è fermo a causa di un infortunio che si trascina dietro da inizio stagione. Non ha ancora esordito in gare ufficiali con la maglia del Chievo.

Serie C

Luca Crosta (Olbia): A Olbia fa il secondo, aspettando la sua chance. Ha giocato solo i minuti finali della gara persa con il Pontedera.

Roberto Biancu (Olbia): Dopo il ritiro con il Cagliari, è rientrato a Olbia, dove si è facilmente imposto come titolare inamovibile. Finora il centrocampista ha segnato 2 gol e un assist, che non sono tuttavia bastati all’Olbia per conquistare punti. I bianchi arrancano in classifica.

Nunzio Lella (Olbia): L’ex centrocampista della Primavera di Canzi ha segnato il suo primo gol tra i professionisti nell’ultimo turno con la Pistoiese. Tuttavia i galluresi sono stati superati per 2-1. Da titolare o subentrato, ha giocato tutte le partite.