Cagliari-Hellas Verona 2-1, tabellino e pagelle

© foto CagliariNews24.com

Cagliari-Hellas Verona, 12ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Pazienza, ordine e determinazione. Il Cagliari fa la partita per oltre 80′ ma non riesce, dopo il pareggio, a trovare il gol del vantaggio complice la poca lucidità negli ultimi 20 metri. Il gol vittoria arriva soltanto al 40′ del secondo tempo, quando Faragò fredda Nicolas in diagonale. Nel finale occasionissima sprecata dal duo Farias-Pavoletti. I sardi salgono a 12 punti in classifica e lasciano a 6 l’Hellas Verona.

Cagliari-Hellas Verona, tabellino in tempo reale

MARCATORI: 6′ B. Zuculini, 27′ Ceppitelli, 85′ Faragò

CAGLIARI (3-5-2): Rafael 5.5; Ceppitelli 6.5, Andreolli 6, Romagna 7; Faragò 7, Ionita 6 (dal 77’ Farias s.v.), Cigarini 5 (dall’87’ Dessena sv), Barella 7, Padoin 6.5; Sau 6 (dal 64’ Joao Pedro 6.5), Pavoletti 6.
A disposizione: Crosta, Daga, Miangue, Molberg, Pisacane, van der Wiel, Deiola, Giannetti.
Allenatore: Lopez 6.5.

HELLAS VERONA (4-4-2): Nicolas 6.5; Caceres 5.5 (dal 55’ Valoti 5.5), Heurtaux 6, Caracciolo 6, Souprayen 5; Romulo 6, Zuculini 6.5, Fossati 6, Fares 5.5; Cerci 5 (dal 69’ Verde 5.5), Pazzini 5 (dall’83’ Zaccagni sv).
A disposizione: Coppola, Silvestri, Zuculini F., Lee, Bearzotti, Felicioli.
Allenatore: Pecchia 5.

ARBITRO: Marco Guida di Torre Annunziata

NOTE: 11′ rigore sbagliato da Cigarini | Ammoniti Caracciolo (VER), Rafael (CAG), Zuculini (VER), Fares (VER), Valoti (VER), Cigarini (CAG) | Espulso Lopez (all. CAG)

MIGLIORI
Barella 7: La sua crescita non sembra avere fine. Domina a centrocampo regalando giocate di qualità.
Zuculini 6.5: Ha il merito di sbloccare di testa l’incontro della Sardegna Arena. Ma al suo Verona non basta.

PEGGIORI
Cigarini 5: Non gioca una brutta partita, ma il rigore sbagliato rischia di pesare come un macigno.
Cerci 5: Non si vede mai. I difensori del Cagliari lo anticipano sempre. Esce dopo una gara anonima.

Cagliari-Hellas Verona, diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Il Cagliari replica quanto fatto vedere nella prima frazione mantenendo sempre il pallino del gioco, senza però riuscire a passare in vantaggio. Sino al 40′ del secondo tempo, quando Faragò ha freddato Nicolas in diagonale. Nel finale occasionissima sprecata dal duo Farias-Pavoletti.

45’+5′ – Finisce qui Cagliari-Verona, che sale a quota 12 punti e lascia il Verona a 6

45’+5′ – Clamorosa occasione del Cagliari! Farias e Pavoletti contro il portiere del Verona, il brasiliano sbaglia il passaggio e Nicolas sbroglia

45’+3′ – Il Cagliari gestisce senza particolari affanni e lascia scorrere il tempo

45′ – Saranno 5 i minuti di recupero

45′ – Caracciolo al tiro dall’interno dell’area, palla fuori

45′ – Farias tiene la palla nei pressi della bandierina, Barella stende Zaccagni, Si riparte da una punizione per il Verona

42′ – 🔄 Ultimo cambio nel Cagliari: esce Cigarini per Dessena

41′ – Ammonito Cigarini

39′ – ⚽️ GOL DEL CAGLIARI! Faragò ruba palla a Souprayen in area e batte con un diagonale preciso Nicolas. Cagliari meritatamente in vantaggio

38′ – Ancora Barella a cercare PAvoletti, Nicolas anticipa in uscita

37′ – 🔄 Ultimo cambio nell’Hellas Verona: esce Pazzini per Zaccagni

37′ – Cross in area di Barella, Pavoletti non ci arriva

35′ – Va il numero 8: palla sopra la traversa

35′ – Punizione dai 20 metri per il Cagliari, Joao Pedro e Cigarini sul punto di battuta

34′ – Quarta ammonizione per il Verona: l’interessato è Valoti

33′ – 🔄 Secondo cambio del Cagliari: esce Ionita, entra Farias

32′ – Ancora un velo in area (questa volta di Ionita) che libera Joao Pedro, il tiro del brasiliano finisce di un soffio fuori

30′ – Bella azione dei sardi. Faragò per Pavoletti, il velo dell’attaccante per il tiro di Joao Pedro, che finisce debole tra le mani di Nicolas

28′ – Fares duro su Padoin, giallo per l’esterno di centrocampo

27′ – Si rivede il Verona: Zuculini colpisce di testa su cross da calcio d’angolo, palla alta

26′ – Pavoletti! Faragò va al cross per il numero 30, che tenta la girata di testa in tuffo: palla a lato

25′ – Ancora Cagliari! Rasoterra di Cigarini deviato in angolo. Nulla di fatto dal cross successivo

24′ – 🔄 Secondo cambio nel Verona: esce Cerci, dentro Verde

23′ – Ci prova Joao Pedro, Nicolas blocca a terra

21′ – Nell’occasione precedente c’è stato un tocco sospetto di mano di Caracciolo, Guida è a contatto con gli assistenti al VAR. Sarà angolo

21′ – Il primo corner della ripresa è per il Cagliari. Sarà di nuovo angolo

19′ – 🔄 Primo cambio del Cagliari: esce uno stanco (ed applaudito) Sau per Joao Pedro

16′ – Slalom palla al piede di Barella, che serve in buona posizione Pavoletti. Il tiro dell’attaccante è debole e centrale

14′ – Pavoletti stoppa e calcia, Nicolas blocca il tiro centrale del livornese

13′ –  Espulso Lopez, che era uscito dall’area tecnica per protestare contro la decisione di Guida. Sarà il vice, Fini, a guidare l’ultima mezz’ora di gara dei rossoblù

12′ – Sau a terra dopo un contatto in area, Guida è a due metri e lascia correre. L’attaccante sardo rimane a terra, palla mandata in fallo laterale

11′ – Pazzini manda in rete il cross di Fares, ma il gioco era fermo per un fallo del francese

8′ – 🔄 Primo cambio del match: nel Verona esce Caceres per Valoti

7′ – Fares al tiro, deviazione di Andreolli: l’Hellas reclama un fallo di mano ma Guida lascia correre

3′ – Zuculini in ritardo su Pavoletti, giallo anche per lui

1′ – Riprende il match, palla al Cagliari

SINTESI PRIMO TEMPO – Gol subìto in avvio, alla prima occasione, e rigore sbagliato dopo appena 11′ di gioco. Per il Cagliari la gara odierna si è messa subito in salita, ma i sardi hanno alzato il baricentro (complice anche un Verona poco propenso a fare gioco) ed alla fine hanno trovato il pareggio con Ceppitelli, che ha mandato con il ginocchio la sfera alle spalle di Nicolas. Complessivamente meglio i sardi, che hanno attaccato praticamente per tutta la frazione di gioco.

45’+1′ – Finisce qui il primo tempo di Cagliari-Verona

45′ – Ci sarà un minuto di recupero

45′ – Batte Cerci, stacca Caceres che manda alto

44′ – Ammonito Rafael per proteste

44′ – Sau allarga il braccia sul volto di Romulo. Punizione da posizione interessante per il Verona, una sorta di corner corto

43′ – Ritmi più bassi. Il Verona palesa difficoltà in costruzione, il Cagliari gestisce invece bene la sfera e verticalizza quando necessario

37′ – Sau cerca il destro sul primo palo, Nicolas salva in angolo. Dal corner la palla arriva a Faragò, che controlla e calcia: sul fondo

37′ – Continua ad attaccare il Cagliari, assalto rossoblù

31′ – Pareggio meritato dei sardi, che sin dopo il gol subito hanno alzato il ritmo sino a trovare la rete. L’Hellas ha invece rinunciato a costruire gioco

28 – ⚽️ GOL DEL CAGLIARI! Cross di Cigarini dal corner, Ceppitelli manda in rete con il ginocchio!

27′ – Clamorosa occasione per Pavoletti! Il numero 30 si trova la palla sui piedi in area ma Zuculini salva in corner

26′ – Assalto del Cagliari, il Verona è arroccato in difesa e si salva. Gara ora più viva, per merito dei sardi

25′ – Azione avvolgente del Cagliari, la difesa degli ospiti allontana sui piedi di Cigarini che tenta la botta dalla distanza. Palla alta

24′ – Cagliari lento in impostazione, ma Padoin guadagna un angolo. Dalla bandierina va Cigarini, ma il suo cross non porta benefici ai sardi

22′ – Fares servito da Cerci, Rafael esce e chiude lo specchio all’esterno scaligero

18′ – Il Cagliari fa la partita, l’Hellas cerca di pungere in ripartenza

17′ – Bello scambio nello stretto tra Pavoletti e Sau: il sardo va al tiro incrociato dalla distanza, Nicolas blocca

15′ – Ripartenza Hellas, nulla di fatto

14′ – Barella, tra i più propositivi in questo avvio, va al cross e guadagna corner. Il cross di Cigarini dalla bandierina è allontanato

13′ – Avvio shock, prima la rete subita al primo attacco veronese, poi l’errore dal dischetto di Cigarini. Ora i sardi tentano timidamente di recuperare

11′ – RIGORE SBAGLIATO! Cigarini calcia senza angolare, Nicolas respinge. Si rimane sullo 0-1

10′ – Nell’occasione, ammonito Caracciolo

10′ – RIGORE PER IL CAGLIARI: Sau sterza in area, cerca di portarsi la palla sul destro e va giù dopo il contatto con Caracciolo. Guida fischia un rigore

9′ – Subìto il gol al primo attacco, il Cagliari prova a scuotersi e rimettere il carreggiata il match

8′ – Reagisce il Cagliari: ripartenza dei sardi, cross di Padoin e colpo di testa di Pavoletti. Nicolas blocca in tuffo

6′ – ⚽️ GOL DEL VERONA: Zuculini colpisce di testa su cross dalla destra di Cerci. Difesa immobile e Rafael battuto da pochi metri

4′ – Squadre contratte, leggermente meglio il Cagliari dopo 4′ di gioco

2′ – Malinteso Hertaux-Nicola, l’Hellas si salva in fallo laterale

1′ – Inizia il match

Squadre in campo: il primo pallone è del Verona

La distinta ufficiale di Cagliari-Hellas Verona

Cagliari-Hellas Verona, formazioni ufficiali

CAGLIARI (3-5-2): Rafael; Romagna, Ceppitelli, Andreolli; Faragò, Ionita, Cigarini, Barella, Padoin; Sau (C), Pavoletti.
A disposizione: Crosta, Daga, Miangue, Molberg, Pisacane, van der Wiel, Dessena, Deiola, Joao Pedro, Farias, Giannetti.
Allenatore: Lopez.

HELLAS VERONA (4-4-2): Nicolas, Caceres, Caracciolo, Hertaux, Souprayen; Romulo, Zuculini, Fossati, Fares, Pazzini, Cerci.
A disposizione: Coppola, Silvestri, Zaccagni, Zuculini F., Lee, Verdi, Valoti, Bearzotti, Felicioli.
Allenatore: Pecchia.

Cagliari-Hellas Verona, probabili formazioni e prepartita

Come da recente tradizione, le certezze di formazione del Cagliari alla vigilia di un match di campionato sono tre. A 24 ore dalla sfida con il Verona, mister Lopez ha anticipato che scenderanno in campo dal primo minuto AndreolliCigarini e Sau. A loro si aggiunge Rafael, certo del posto fra i pali, e qualche altro elemento fortemente indiziato per una maglia da titolare come i giovani azzurrini Barella e Romagna. Torna a disposizione Pisacane, che però per sicurezza potrebbe partire dalla panchina, mentre non ce la fa Capuano. In avanti pochi dubbi su Pavoletti a fare coppia con Pattolino, mentre il rebus riguarda Joao Pedro. Il brasiliano risente della poca attitudine della squadra a sopportare un trequartista con il nuovo assetto tattico: JP potrebbe trovare spazio come centrocampista atipico o, almeno all’inizio, essere sacrificato a vantaggio di un compagno. Dall’altra parte Pecchia deve fare i conti con alcune assenze come quelle di Bessa e Kean, i gialloblù con tutta probabilità schiereranno l’ex Fossati e in avanti il tandem PazziniCerci.


CAGLIARI (3-5-2): Rafael; Ceppitelli, Andreolli, Romagna; Faragò, Ionita, Cigarini, Barella, Padoin; Sau, Pavoletti.
All. Lopez

HELLAS VERONA (4-4-2): Nicolas; Romulo, Heurtaux, Caracciolo, Souprayen; Verde, Zuculini, Fossati, Fares; Cerci, Pazzini.
All. Pecchia

Cagliari-Hellas Verona, la vigilia di Lopez e Pecchia

Vincere e portare a casa tre punti fondamentali, che a fine campionato potrebbero vale doppio. Diego Lopez e Fabio Pecchia, nelle rispettive conferenze stampa, sono andati al sodo. «Dobbiamo vincere a prescindere dalla classifica. Anche se avessimo 15 punti dovremmo fare bene. Sappiamo che è una partita da vincere. In questa settimana la squadra ha lavorato ottimamente per preparare una sfida importante come quella di domani. Il Verona mi sembra una squadra compatta, ha giocatori importanti. In qualche partita poteva prendere più punti, ma nonostante questo continuano a lavorare bene. Hanno calciatori di esperienza come Pazzini e Cerci, conosciamo bene anche Fossati. Non dovremo farli giocare, noi dobbiamo fare la nostra partita e continuare con la nostra crescita cercando di dare continuità ai risultati», le parole del tecnico uruguaiano.

Pensa a raccogliere la massima posta in palio anche Pecchia: «Dobbiamo pensare a fare punti contro chiunque, usciamo rammaricati dalle ultime due gara contro squadra di grande livello. Dobbiamo sempre pensare di fare risultato, che l’avversario sia l’Inter o il Cagliari. Mi piace dare continuità alla squadra quando al di là del risultato vedo compattezza. Mi è piaciuto l’atteggiamento, il modo di stare in campo e l’equilibrio che c’è stato nello svolgimento delle due fasi. Il Cagliari? E’ una squadra che ha la giusta esperienza e che gioca in uno stadio caldo. Ha giocatori di valore messi nelle condizioni di potersi esprimere. E’ una squadra difficile da affrontare ma vogliamo fare la gara. Cosa temo della squadra di Lopez? Io penso a fare crescere la mia squadra ed adattarla alle situazioni. Loro hanno un vantaggio che è l’esperienza dell’anno scorso in Serie A».

Cagliari-Hellas Verona, i precedenti in Serie A

Questo pomeriggio la Sardegna Arena sarà teatro dello scontro salvezza Cagliari-Verona. Finora rossoblù e scaligeri si sono incrociati sull’isola tredici volte in Serie A. Il bilancio sorride ai padroni di casa, impostisi in otto occasioni. Tre i successi dell’Hellas, appena due i pareggi. Il primo precedente risale all’aprile 1969. In quell’occasione il neopromosso Verona cadde 2-0 all’Amsicora. Doppietta, manco a dirlo, di Gigi Riva. Undici mesi più tardi, nell’anno dello scudetto cagliaritano, fu ancora Rombo di Tuono l’uomo partita dell’incontro. Sua infatti la rete che consegnò alla formazione di Manlio Scopingo due punti chiave a cinque giornate dal termine del campionato. Il Cagliari superò gli scaligeri senza particolari patemi anche nel maggio e nell’ottobre ’71, mentre nell’aprile ’73 e nel marzo ’74 arrivarono due pareggi (entrambi gli incontri terminarono 1-1, ndr).

IL CAGLIARI POST SCUDETTO – Chiuso il ciclo vincente della storia rossoblù a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, nel 1976 il Cagliari salutò la massima serie con una retrocessione. Nell’aprile di quell’anno l’Hellas si impose 0-2 al Sant’Elia su Gigi Piras e compagni. Nel 1983 salì in cattedra proprio l’attaccante di Selargius. Alla rete in avvio di gara del veronese Dirceu risposero infatti Quagliozzi e Piras, che fissarono il punteggio sul 2-1 per il Cagliari. Sono solo due gli incroci negli anni Novanta, entrambi a tinte isolane. Nel marzo ’92 i ragazzi di Carlo Mazzone vinsero 4-0, il match del ’97 terminò invece 3-2.

ANNI DUEMILA – Il secondo successo veronese arrivò nell’aprile 2000. In quell’occasione il Cagliari di Renzo Ulivieri non riuscì a rispondere al vantaggio veronese firmato da Falsini. Retrocesso in Serie B nel 2002, l’Hellas riconquistò la massima serie soltanto undici anni dopo. Il Verona tornò in Sardegna nel marzo 2014. In quell’occasione ai rossoblù bastò un gol di Nenê per archiviare la pratica veneta. Un anno più tardi furono invece gli scaligeri a festeggiare al Sant’Elia. Luca Toni aprì le marcature nel primo tempo, poi gli ospiti raddoppiarono con Juanito Gomez. Inutile nel finale il gol su punizione di Daniele Conti.

Cagliari-Hellas Verona, l’arbitro del match

Sarà Marco Guida  di Torre Annunziata a dirigere Cagliari-Hellas Verona. Il fischietto campano ha diretto il suo primo match di Serie A sette anni fa. Da allora nella massima serie ha incrociato l’Hellas Verona in cinque occasioni, per un bilancio equilibrato che vede i gialloblù registrare una vittoria, una sconfitta e tre pareggi. Più corposo il ruolino con il Cagliari, arbitrato in otto partite di A oltre a un precedente in Coppa Italia. In campionato il direttore di gara campano ha visto i rossoblù vincere tre volte e soccombere in due occasioni; tre i pareggi. Il primo incrocio risale a sei stagioni fa (vittoria in casa del Leccecon un’autorete di Brivio e gol di Biondini), l’ultimo lo zero a zero interno contro la Lazio nello scorso campionato. In mezzo i pareggi con Juventus e Inter, le sconfitte contro Roma e ancora Juventus, e infine le vittorie in casa ai danni del Siena e in trasferta a Firenze tre anni fa.

Cagliari-Hellas Verona streaming: dove vederla in tv

La partita tra Cagliari e Benevento sarà trasmessa in diretta satellitare sul canale Sky Calcio 5. Il match sarà inoltre visibile in streaming su pc e dispositivi mobili iOS, Android e Windows Mobile sulle piattaforme Sky Go e NOW TV.

Articolo precedente
sau cagliariCagliari-Hellas Verona, le probabili formazioni
Prossimo articolo
cagliari faragòCagliari-Hellas Verona, le pagelle: ci pensa ancora Faragò