Cagliari, i brasiliani che non ti aspetti – VIDEO

© foto www.imagephotoagency.it

Castan e Rafael, protagonisti brasiliani inattesi. In attesa delle giocate di Joao Pedro e Farias, il Cagliari si affida agli altri due verdeoro

Le giocate di Farias e i gol di Joao Pedro possono attendere. Nelle ultime due settimane si sono presi la scena gli altri due brasiliani del Cagliari: Castan e Rafael. Il momento dei due attaccanti verdeoro non è certo felice. Il Mago continua a faticare, nonostante lo spazio concesso da Lopez nelle ultime giornate. Ritrovare la massima concentrazione sul campo sarebbe il primo passo. Dopo tutto aveva praticamente firmato con il Sassuolo, prima che tutto sfumasse negli ultimi minuti di un turbolento calciomercato. Più che normale pagarne le conseguenze dal punto di vista delle prestazioni. Contro la Spal non ha brillato nemmeno JP, assente un mese a causa della squalifica di quattro giornate e schierato in un ruolo non suo. A dire la verità i due avevano anche combinato per il gol del 2-0, ma il VAR ha giustamente annullato per fuorigioco di Farias. E allora succede che la giocata da brasiliano la fa uno che è nato sì a Jaù, nello Stato di San Paolo, ma che di ruolo farebbe il difensore centrale.

CASTAN – Il colpo di tacco di Castan ha permesso a Sau di sbloccarsi e chiudere il match contro la Spal sul 2-0. Una giocata inaspettata dal centrale, arrivato a gennaio in prestito dalla Roma, ma che durante la sua prima partita alla Sardegna Arena ha dimostrato di avere nel DNA le giocate da brasiliano, con tanto di un tunnel ad Antenucci. Questo non vuol dire che non sappia difendere o tiri indietro la gamba, anzi. Lo dimostra il cartellino giallo e alcuni interventi ruvidi (corretti o fallosi) ai danni degli avversari. Una piacevole sorpresa, per il Cagliari e per il giocatore, che dopo quanto ha dovuto passare ha finalmente la possibilità di ritrovare continuità sui campi di calcio.

RAFAEL – Castan aveva fatto il suo esordio nella giornata precedente, a Crotone, in modo positivo. E proprio in Calabria, Rafael è stato costretto ad entrare a freddo dopo il colpo preso al volto da Cragno. Il portiere brasiliano ha dimostrato di essersi calato perfettamente nel suo ruolo di secondo, ma che quando occorre è pronto a dare il suo contributo. Già l’anno scorso, tra il caso Storari e l’inadeguatezza di Gabriel, ha salvato il Cagliari in più di un’occasione. All’Ezio Scida ha timbrato la presenza numero 100 in Serie A della sua carriera, tirando fuori dal cilindro parate spettacolari, come quella su Nalini, pochi minuti dopo essere entrato. In attesa di Joao Pedro e Farias, il Cagliari fa affidamento sugli altri due brasiliani.

Articolo precedente
bia parma-cagliariGiudice sportivo, Cigarini di nuovo in diffida
Prossimo articolo
lopezCagliari, ripresi gli allenamenti: nel mirino il Sassuolo