Cagliari, quale sarà l’attacco per la stagione del centenario?

© foto www.imagephotoagency.it

Tanti dubbi e un’unica certezza, Leonardo Pavoletti. Come sarà il reparto offensivo del Cagliari nella prossima stagione?

La prossima stagione non sarà come le altre per il Cagliari. Il club rossoblù festeggerà infatti il centenario dalla sua fondazione. Per onorare al meglio una ricorrenza così importanti la squadra vorrà togliersi diverse soddisfazioni, che passeranno inevitabilmente anche dai gol. Maran avrà a disposizione un reparto offensivo differente rispetto a quello di un anno fa. Il tecnico, che ripartirà dal solito 4-3-1-2, dovrà valutare in ritiro gli attaccanti a disposizione che andranno a costituire la rosa del prossimo campionato.

TANTI DUBBI E UNA CERTEZZA – L’unico sicuro, al momento, è Leonardo Pavoletti. Con i suoi 16 gol ha salvato il Cagliari e conquistato la Nazionale. È un punto fermo della squadra, che crea tanto per lui e al tempo stesso dipende da lui. Tanti dubbi, invece, sugli altri. Considerando anche i ritorni dai prestiti, sono ben 9 gli attaccanti di proprietà del Cagliari. Tra questi c’è chi è destinato a partire, come Diego Farias, reduce da un ottimo girone di ritorno con l’Empoli e che verrà sicuramente ceduto. Alessandro Capello e Damir Ceter verosimilmente partiranno ancora in prestito dopo le esperienze con Padova e Olbia. Da Olbia, invece, potrebbe tornare Daniele Ragatzu: l’attaccante quartese dovrebbe essere valutato in ritiro da Maran. Stesso destino per il nordcoreano Kwang-Song Han, rientrato da Perugia e che vorrebbe convincere il tecnico a restare. Ci sono poi i giocatori che hanno concluso la scorsa stagione. Escludendo Cyril Thereau, ora nuovamente alla Fiorentina dopo il prestito secco, ci sono i dubbi legati a Joao Pedro e Kiril Despodov. Il bulgaro aveva trovato minutaggio appena arrivato in Sardegna, finendo poi nel dimenticatoio. Come Ragatzu e Han, dovrà essere valutato in ritiro per un’eventuale cessione in prestito. JP10 invece ha chiesto tramite l’agente un aumento dell’ingaggio e potrebbe essere destinato a partire: piace a Torino, Benfica e non solo. Alberto Cerri è invece sulla lista del Brescia di Cellino, ma dopo l’investimento fatto dalla società per prenderlo dalla Juventus (9 milioni di euro) difficilmente partirà, nonostante il campionato deludente da zero reti.

DAL MERCATO – È chiaro che ci sarà dunque qualche cambiamento, ma non solo in uscita. Maran infatti aspetta dal mercato anche una seconda punta da affiancare alla certezza Pavoletti. Non è un mistero che al Cagliari piaccia Gregorire Defrel, attaccante francese di proprietà della Roma e reduce dall’esperienza con la Sampdoria. C’è poi in ballo il nome di Eder: l’italobrasiliano potrebbe essere inserito dall’Inter nella trattativa per Barella.