Bravetti (LazioNews24): «A Cagliari per fare punti Champions, Immobile in panchina?»

highlights
© foto CagliariNews24.com

In attesa di Cagliari-Lazio abbiamo sentito il punto di vista dell’avversario: Elena Bravetti di LazioNews24 ci racconta la situazione in casa biancoceleste

Una settimana difficile da tutti i punti di vista, quella trascorsa dal Cagliari fra la commozione per la scomparsa di Davide Astori e le incertezze sul futuro di Joao Pedro in seguito alla questione antidoping. Ora però i rossoblù devono pensare alla Lazio, avversaria di oggi alla Sardegna Arena, e per farci raccontare la situazione dei biancocelesti abbiamo raggiunto la collega di LazioNews24 Elena Bravetti.

Le ultime tre uscite della Lazio hanno portato pochi sorrisi a Inzaghi: merito dello stato di forma delle avversarie o in casa biancazzurra si parla di flessione?
Le ultime gare non sono state positive per la Lazio, almeno in fatto di risultati. Contro il Milan la vittoria è arrivata nel corso della ‘lotteria’ dei rigori; la Juventus è riuscita a trionfare grazie ad una giocata individuale di Dybala. Entrambe le compagini sono di indubbio valore, ma penso che la Lazio stia risentendo – dal punto di vista fisico e psicologico – dei numerosi impegni ai quali è stata sottoposta nell’ultimo periodo. Inoltre, Inzaghi ha sempre optato per un turnover ragionato, con tanti giocatori che sono stati solo raramente tenuti a riposo.  A questo si è aggiunta una buona dose di sfortuna, che si è palesata anche al termine della gara di Europa League contro la Dinamo Kiev, con il tiro di Immobile che si è stampato sul palo al 94′. 

In settimana Lulic ha dovuto fare i conti con l’influenza e rappresenta uno dei dubbi di formazione: quali sono le sue condizioni?
Tanti dubbi di formazione devono essere risolti in casa Lazio. Per quanto riguarda Lulic, però, la sua presenza dal 1′ è praticamente certa. Non è stato bene in settimana e giovedì contro la Dinamo non è stato neppure convocato, domani si riprenderà la fascia da capitano. 

Immobile in questa stagione sta segnando come pochi altri in Europa, merito del sistema di gioco di Inzaghi o è definitivamente esploso un attaccante di livello mondiale?
A Roma Immobile ha trovato la sua dimensione. Inzaghi – tramite il suo sistema di gioco – gli ha dato la possibilità di mettersi in mostra nel migliore dei modi, concedendogli da subito spazio e fiducia. L’attaccante l’ha ripagato con numeri che parlano da sè. Anche la piazza biancoceleste è stata fondamentale per la sua crescita: dopo le ultime esperienze, durante le quali non era riuscito ad ottenere un ruolo di primo piano, ha trovato i tifosi capitolini che l’hanno amato dal primo momento. Infine, le sue caratteristiche sembrano andare a genio sia con quelle di Luis Alberto – con cui ha giocato ininterrottamente durante la prima parte della stagione – sia con Felipe Anderson, il giocatore attualmente più in forma nella rosa delle Aquile. 

La gara con il Cagliari può essere un crocevia per la stagione della Lazio, alla luce della lotta serrata per la Champions e della sosta imminente. Prevedi qualche cambiamento tattico da parte di Inzaghi?
La Lazio non può permettersi più passi falsi. Le concorrenti per la Champions stanno vivendo un buon momento, i biancocelesti devono tornare a vincere se vogliono credere fino alla fine alla Champions. Sarebbero importanti i tre punti al Sant’Elia soprattutto per il morale. Le due sconfitte arrivate all’ultimo hanno causato tanta delusione all’interno del gruppo. A proposito dell’assetto tattico, Inzaghi non cambierà ed opterà nuovamente per il 3-5-1-1. La rifinitura di quest’oggi però ha fatto intendere la volontà dell’allenatore di concedere riposo ad alcuni ‘big’: Immobile, Milinkovic e de Vrij rischiano di non figurare negli undici che giocheranno dal 1′. 

Inzaghi ha anticipato che fra gli undici titolari figurerà Luis Alberto, è un’implicita esclusione di Felipe Anderson? Quali caratteristiche dello spagnolo lo fanno preferire al brasiliano per questo tipo di gara?
Nella probabile formazione c’è Luis Alberto. Presumibilmente, il motivo principale che lo fa essere in vantaggio rispetto ad Anderson è la sua esclusione nella gara di Europa League contro la Dinamo di giovedì. Lo spagnolo è risultato stanco fisicamente e sottotono negli ultimi impegni, necessitava un po’ di riposo. Contro il Cagliari tornerà titolare, dandosi il cambio con il brasiliano. Felipe sembra più in forma rispetto al compagno, ma – soprattutto nella prima parte di stagione – ha dato prova di qualità da vero fuoriclasse.

Articolo precedente
romagna cagliariRomagna: «Giusto ritirare la maglia di Astori»
Prossimo articolo
cagliariCagliari-Lazio, prepartita nel ricordo di Davide Astori