Barella: «Orgoglioso di giocare nel Cagliari, sogno l’azzurro»

Barella
© foto CagliariNews24.com

Dai primi calci alla scuola Gigi Riva fino all’esordio in Serie A e poi la consacrazione come pedina importante del Cagliari, sua squadra del cuore. Nicolò Barella si racconta e mette in chiaro il prossimo obiettivo: la Nazionale

Vent’anni e una lunga carriera davanti a sé, ma Nicolò Barella ha già lo sguardo del veterano: il centrocampista classe 1997 ha sempre attirato l’attenzione degli addetti ai lavori fin da quando era giovanissimo e oggi sta confermando quelle potenzialità fatte intravedere lungo tutta la trafila delle giovanili. L’esordio in Serie A è arrivato a 18 anni, quindi una stagione in B fra Cagliari e Como e infine la consacrazione di quest’anno nel calcio dei grandi. In una lunga intervista ai microfoni de La Nuova Sardegna il talentino rossoblù si è raccontato fino a esternare il prossimo sogno di una carriera in crescendo: «Il mio obiettivo è la Nazionale maggiore». Non mancano belle parole per Massimo Rastelli, che gli sta dando fiducia in modo continuativo: «Nella mia crescita ha molti meriti. Mi ha dato fiducia e fatto giocare in diversi ruoli, il resto è stata una conseguenza. E’ una persona che pretende molto ma ti dà tantissimo». Barella ha raccontato anche l’emozione della prima presenza in Serie A, arrivata due stagioni fa al Sant’Elia contro il Parma: «A fine gara le bandiere del Cagliari, Conti, Cossu e Pisano mi hanno sballottato da una parte all’altra. Per me è stato il massimo ricevere i complimenti dai miei idoli».